SOLO-LOST.NET
Forum dedicato alla serie TV Lost
* Login   * Iscriviti

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite


Regole del forum
-Qui verranno postati tutti gli argomenti inerenti alla 5° stagione ABC, gli utenti che posteranno SPOILER di episodi non andati in onda sulla ABC verranno Bannati da questo forum.
-Non commentate i trailer al di fuori del topic dedicato a loro.
-Se la conversazione richiede neccessariamente di parlare dei trailer o sneakpeek nei topic non dei trailer o sneakpeek usate il tasto spoiler.


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 75 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: mar feb 24, 2009 2:49 am 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
Algol ha scritto

Praticamente ogni cosa è messa al punto giusto... ma non so nemmeno se gli autori ne siano davvero coscienti... :;)2:

:bye1:


Ciao Algol,

questa mi è veramente piaciuta!
Secondo me se ti scoprono ti assumono come consulente!
Dai un'occhiata alla storia che sta dietro al personaggio di Daniel Faraday; ammesso che tu non l'abbia già fatto!"

http://www.youtube.com/watch?v=ytpb6lt4epQ

Ciao da Deep...

Aggiungo una domanda a cui non trovo risposta e mi rivolgo a tutti:
secondo voi dove - o a cosa - è ancorato il pendolo che oscilla nella cripta di Mrs. Hawking?
Il cavo che lo sostiene si perde nel buio del "lucernario" del soffitto e sembra scomparire all'infinito.

E soprattutto, se è ancorato alla volta soprastante il lucernario, l'energia - o la materia - della cripta deve essere composta da qualcosa che abbia "memoria" dell'isola. Si può trattare di bosoni o fermioni entangled con altri che stanno sull'isola?


:ciao:

Deep...
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: mer feb 25, 2009 11:06 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
Deepspaceblue ha scritto
Algol ha scritto

Praticamente ogni cosa è messa al punto giusto... ma non so nemmeno se gli autori ne siano davvero coscienti... :;)2:

:bye1:


Ciao Algol,

questa mi è veramente piaciuta!
Secondo me se ti scoprono ti assumono come consulente!
Dai un'occhiata alla storia che sta dietro al personaggio di Daniel Faraday; ammesso che tu non l'abbia già fatto!"

http://www.youtube.com/watch?v=ytpb6lt4epQ

Ciao da Deep...

Aggiungo una domanda a cui non trovo risposta e mi rivolgo a tutti:
secondo voi dove - o a cosa - è ancorato il pendolo che oscilla nella cripta di Mrs. Hawking?
Il cavo che lo sostiene si perde nel buio del "lucernario" del soffitto e sembra scomparire all'infinito.

E soprattutto, se è ancorato alla volta soprastante il lucernario, l'energia - o la materia - della cripta deve essere composta da qualcosa che abbia "memoria" dell'isola. Si può trattare di bosoni o fermioni entangled con altri che stanno sull'isola?


:ciao:

Deep...


Grazie Deep per l'intervento; anche se guardo poco i podcast per il mio timore di spoiler, ho dato un sguardo veloce visto che si parlava di Faraday... sembrerebbe infatti che anche l'attore, non solo il personaggio, abbia una buona conoscenza delle teorie quantistiche della fisica. Grazie dell'esaltante informazione... il che aumenta l'apprezzamento da parte mia verso questo straordinario personaggio!

Riguardo il foro nella stazione Lanterna... :shock:

Immagine


Devo ammentere che colto dalla naturalezza del fatto che un pendolo sia ovviamente fissato ad una estremità, non ho tenuto conto di questa prospettiva... alquanto inquietante!!!

Ovviamente il pendolo è ancorato, ma dove in effetti??

Complimenti anche per la tua ipotesi di particelle entangled, il che mi fa supporre di averci visto giusto relativamente alla tua preparazione sull'argomento! Bravo!

Traduco per tutti: abbiamo supposto la presenza sull'isola di materia esotica, composta da particolari particelle dalle caratteristiche uniche (anti-gravità, energia negativa, ecc.), le quali, secondo alcune teorie, potrebbero essere in grado di rendere stabile un wormhole e, quindi sempre in teoria, garantire la possibilità di viaggiare nello spazio e nel tempo attraverso deformazioni della dimensione spazio-temporale (cunicoli).

Ma nella cripta effettivamente Mrs Hawking non parla di materia esotica (a differenza del video di orientamento della stazione Orchidea), ma di materia dalle caratteristiche uniche. Ed in questo contesto trovo l'idea di Deep geniale.
In pratica, senza assolutamente entrare nel dettaglio, entangled in italiano si traduce con "non-separabili": lo stato entangled è una proprietà della meccanica quantistica che implicherebbe la presenza di correlazioni tra le quantità fisiche osservabili appartenenti a diversi sistemi, anche se sono separati spazialmente.

L'idea di Deep (correggimi se sbaglio :;)2: ) è proprio quella di supporre la presenza di materia nel mondo reale "entangled" con l'isola, per cui è possibile supporre (con parole molto semplici) una certa "comunicazione" tra la materia di queste particolari sacche...

Molto bella Deep! :yes:

:bye1:


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: mer feb 25, 2009 11:54 pm 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: lun mar 24, 2008 5:03 pm
Messaggi: 1430
Località: Arezzo
i'm a: Boy
Algol ha scritto
L'idea di Deep (correggimi se sbaglio ) è proprio quella di supporre la presenza di materia nel mondo reale "entangled" con l'isola, per cui è possibile supporre (con parole molto semplici) una certa "comunicazione" tra la materia di queste particolari sacche...

Cioè come se fossero in "contatto" fra loro, una specie di filo conduttore che le unisce :scrn:


Immagine + Immagine + Immagine = Immagine

"Do you think we crashed on this place by coincidence?" "It's destiny"
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: ven feb 27, 2009 1:28 am 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
Grazie Algol, sempre meravigliosamente gentile!

L'entaglement è un fenomeno curioso che continua a stupire anche i fisici quantistici (come pare essere l'attore che interpreta Daniel)!

In generale, se si "frattura" una particella in componenti più "piccole" (come avviene con LHC), le sub-particelle che risultano dalla collisione, assumono stati quantistici identici anche se vengono separate da spazi enormi. Generalmente lo stato della particella può essere descritto dallo spin (rotazione o momento) della particella ed è dimostrato - Algol correggimi se sbaglio - che particelle entangled assumono lo stesso spin contemporaneamente anche se si trovano a distanze "siderali".

Brian Green, se non erro, fa un esempio eloquente (spero di riuscire a riprodurlo con la stessa efficacia!):

se stabilisco una relazione affettiva con A, e A è legata affettivamente a B, in qualche maniera anche io sono "legato" a B, per il tramite di A.

Tutto ciò mette un po' in crisi le teorie della località. Cioè come fa la particella C a "dire" alla particella D che ha un certo spin?

E qui si ritorna a quanto ho già postato con il testo relativo all'universo olografico:

"Nel 1982 un'équipe di ricerca dell'Università di Parigi, diretta dal fisico Alain Aspect, ha condotto quello che potrebbe rivelarsi il più importante esperimento del 20° secolo. Aspect ed il suo team hanno infatti scoperto che, sottoponendo a determinate condizioni delle particelle subatomiche, come gli elettroni, esse sono capaci di comunicare istantaneamente una con l'altra indipendentemente dalla distanza che le separa, sia che si tratti di 10 metri o di 10 miliardi di chilometri. È come se ogni singola particella sapesse esattamente cosa stiano facendo tutte le altre. Questo fenomeno può essere spiegato solo in due modi: o la teoria di Einstein che esclude la possibilità di comunicazioni più veloci della luce è da considerarsi errata, oppure le particelle subatomiche sono connesse non-localmente. Poiché la maggior parte dei fisici nega la possibilità di fenomeni che oltrepassino la velocità della luce, l'ipotesi più accreditata è che l'esperimento di Aspect sia la prova che il legame tra le particelle subatomiche sia effettivamente di tipo non-locale." (stessa fonte già citata).

Il bello è che non solo le particelle sono entangled in LOST, ma lo sono anche i personaggi; ad esempio si ritrovano tutti a bordo del volo "316" anche se i piani di Ben son parzialmente falliti. Che meraviglia!

Grazie a Lost e a tutti voi, per questa squisita esperienza!

:ciao:

Da Deep...

PS: Aggiungo un "si" all'intuizione di Algol, probabilmente ci sono sacche di materia (o energia) entangled con l'isola, disseminate per il pianeta e credo che siano state individuate dai membri della Dharma Initiative; una di queste è sicuramente la stazione della cripta di Mrs Hawking. Un'altra, anche se non è una stazione ma un semplice indizio, è la sede del "curatore" che si rifiuta di "trattare" Rose.

"It's not an island, it's a place where miracles happend!" ("Non è un isola, è un luogo dove avvengono miracoli")

Ciò è vero soprattutto se guardiamo alla "nostra isola": questo meraviglioso spazio virtuale; ma vero, realmente vero, per ciò che scambiamo!
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: ven feb 27, 2009 3:17 pm 
Sostenitrice di Solo-Lost
Sostenitrice di Solo-Lost
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar dic 11, 2007 11:50 am
Messaggi: 1801
Località: NUORO
i'm a: Girl
:esalt:
Algol, oggi mi sono presa un po' di tempo per leggere con calma tutto questo bel riassunto sulle tue teorie e spiegazioni, perché per capire tutto per bene in effetti ci vuole tanta calma e concentrazione, che le mie bestioline solitamente non mi permettono!!!
Anzitutto complimenti perchè le cose le spieghi proprio bene, e faresti capire concetti fisici anche ad una tartaruga! :hhe:
Grazie a te ho capito il lato scientifico degli avvenimenti lostiani, che in effetti avevo capito o intuito col mio cervello da tartaruga!
Posso fare un riassunto in parole povere del tutto?
Perché credo che, nonostante il tuo punto di vista sia più interessante, Lost deve essere per forza capito dai più "ignoranti" che non hanno grandi basi culturali scientifiche e fisiche!
Giusto?

Allora, esistono su tutto il globo terrestre delle particolari zone che contengono una materia speciale, conosciuta come Materia Esotica, che hanno proprietà fisiche che in natura non è possibile ricreare.
La sacca più importante di particelle di materia esotica si trova nell'isola, che è racchiusa in una sorta di sfera che la nasconde al mondo esterno e al cui interno il tempo scorre in maniera differente rispetto all'esterno! Per arrivare nell'isola, bisogna attraversare un wormhole fisso e stabile, che è una sorta di cunicolo che va dalla superficie esterna di questa sfera, fino al centro (?).
Mi sembra semplice un esempio come una pesca: l'isola è il nocciolo del frutto, ed è separata dal mondo esterno dalla buccia! Il cunicolo che attraversano Michael e Walt, e poi gli uomini della Kahana, si ottiene se noi creiamo un buco/cunicolo che va dalla buccia sino a toccare il nocciolo!
Esistono poi altri ingressi per l'isola, che vengono creati momentaneamente da altri fenomeni, come quello che ha attraversato il volo 815 quando Des ha causato il system failure: in quel caso si è aperto un cunicolo che si è richiuso immediatamente dopo il passaggio del volo!
Dopo che Ben ha girato la ruota (congegno antico creato chissà da chi, per manipolare la sacca di materia esotica al centro dell'isola), il sistema isola si sgancia completamente dalle sue coordinate e comincia a muoversi nello spazio (esternamente alla sfera), e nel tempo (all'interno della sfera).
Il movimento spaziale interessa fisicamente l'isola, che va su e giù per il Pacifico, come vediamo negli schemi di Mrs Hawking.
Il movimento temporale interessa il gruppo di non nativi all'interno dell'isola: Sawyer, Juliet, Locke & Co.

Dal momento che John Locke gira nuovamente la ruota, il gruppo suddetto si ferma per 3 anni ai tempi della Dharma nei primi anni 70, ma, a mio avviso, non è detto che non si sposteranno mai più!
Locke torna sulla terraferma, temporalmente 3 anni dopo Ben Linus e gli Oceanic Six.
A prescindere da tutta la trama, Mrs Hawking, grazie al pendolo presente nella stazione Lanterna (stazione Dharma creata col solo scopo di localizzare l'isola), stabilisce che si creerà un wormhole in un dato luogo e momento, e tutti i personaggi che hanno abbandonato l'isola devono attraversarlo, prendendo il volo 316 dell'Ajira che lo attraverserà!
Nel momento in cui l'aereo entra nel Wormhole, gli Oceanic six subiscono l'effetto dello spostamento temporale a cui sono soggetti Sawyer Juliet Faraday & co, e vengono catapultati nel loro quando (primi anni 70), tre anni dopo l'arrivo del primo gruppo (Sawyer Juliet & cO)!
Mentre tutto l'aereo e il resto dei passeggeri, compresi Locke, Ben, Lapidus, atterrano sull'isoletta dove si trova l'Hidra, nel tempo presente, ovvero nel 2007 ( lo si evince dallo stato di abbandono delle strutture)!

Attendo commenti alla mia semplicistica spiegazione! :bye1:


They are comin'....


Immagine


Ile qui nos omnes servabit
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: ven feb 27, 2009 3:22 pm 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven feb 06, 2009 9:34 am
Messaggi: 89
Località: Napoli
i'm a: Boy
Ecco una possibile fonte di ispirazione scientifica degli autori su una delle tematiche ricorrenti: il concetto di dualità e specularità di cui è pervasa la serie.
Tutto quello che viene qui di seguito è stato solo teorizzato e mai dimostrato empiricamente, ma non si discosta molto (ANZI) dalle teorie prevalenti presenti su questo forum e alle quali Io mi aggrego allegramente. Aggiungono questa chiave di lettura perchè credo potrebbe spiegare una buona parte del simbolismo abbondantemente presente in Lost e che ho trovato particolarmente coerente con i concetti espressi da voi così chiaramente sui Whormhole. Ecco in parole più povere possibili questa teoria:

Albert Einstein e Rosen furono i primi a parlare di buco bianco.
Poiché le leggi della fisica sono simmetriche rispetto al tempo, si ipotizza che esistano oggetti antitetici ai buchi neri. Mentre un buco nero cattura la materia che entra nel suo campo gravitazionale ma non lascia uscire neppure la luce, esisterebbero oggetti che emettono materia ma nei quali niente può entrare. Tali oggetti altamente speculativi vengono chiamati buchi bianchi.
Immagine Una rappresentazione artistica di un buco bianco rappresentato come un punto dove massa ed energia sembrano apparire dal nulla.

Non è stato scoperto alcun campo antigravitazionale che sia in grado di produrre questo effetto, quindi l'esistenza dei buchi bianchi rimane nell'ambito del puramente teorico e speculativo. Un wormhole a senso unico potrebbe essere possibilmente generato da un buco nero collegato a un buco bianco, se quest'ultimo venisse effettivamente scoperto.
In particolare, esistono teorie secondo le quali entrando in un buco nero si uscirebbe da un buco bianco in una regione dell'Universo diversa nello spazio e, forse, anche nel tempo, da quella del buco nero stesso. Benché la teoria dei buchi bianchi sia estremamente affascinante, non esiste alcuna prova concreta a favore della loro esistenza.
Un buco nero non sarebbe altro che una specie di pozzo senza fondo, nel quale la materia entra e si accumula,si accumula ma fino a quando?La spiegazione più semplice sarebbe quella che il suddetto pozzo potesse avere un'uscita dalla quale riverserebbe tutto quello che ingoia in un altro universo.
Schwarzschild afferma che quando si contrae, una massa, entro il proprio raggio corrispondente, non si otterrebbe un pozzo senza fine; al contrario il fondo si aprirebbe per creare una connessione con un'altra regione dello spazio-tempo piatto, ma questa connessione esisterebbe solamente per piccolissime frazioni di secondo, ed attraverso questo tunnel (Wormhole) la stessa luce non riuscirebbe a passare, perchè l'enorme gravità sbarerebbe l'entrata tra i due universi e potrebbe essere anche che questa porta non metta in comunicazione solo universi diversi, ma anche regioni separate del nostro stesso universo.
Il buco nero non ha carica elettrica e non ruota, ma se queste entità fossero aggiunte intereagirebbero con la gravità in senso opposto cercando di far rimanere aperta la connessione, mentre la gravità tenderebbe a farla chiudere ed il passaggio si potrebbe effettuare ad un velocità inferiore a quella luce.


Immagine Immagine ad i raggi X di un buco nero(al negativo)fotografato nella costellazione del "Cigno" :scrn:
Immagine Immagine del logo dell'Oceanic

Le speculazioni si buttano :bye1:

Immagine
Immagine
Immagine
e via discorrendo...


Surgeon general's warning: SMOKE KILLS
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: sab feb 28, 2009 9:16 am 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom nov 11, 2007 10:33 am
Messaggi: 16
i'm a: Boy
Ho questo avatar da quando mi sono iscritto :;)2:
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: sab feb 28, 2009 10:06 am 
Ca
Ca
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio lug 19, 2007 3:40 pm
Messaggi: 3855
i'm a: Boy
Titor eyes ha scritto
Ho questo avatar da quando mi sono iscritto :;)2:


non barare, appena iscritto avevi la Mrs. Hawking.... :leggo:
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: sab feb 28, 2009 11:26 am 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven feb 06, 2009 9:34 am
Messaggi: 89
Località: Napoli
i'm a: Boy
Titor eyes ha scritto
Ho questo avatar da quando mi sono iscritto :;)2:


La cosa interessante è che si tratta della foto di un buco nero in "negativo" .........come a voler rappresentare il suo opposto.(Buco bianco)


Surgeon general's warning: SMOKE KILLS
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il diario di Daniel Faraday e i viaggi nello spazio-tempo
MessaggioInviato: sab feb 28, 2009 11:41 am 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
Antonella Hume ha scritto
Anzitutto complimenti perchè le cose le spieghi proprio bene, e faresti capire concetti fisici anche ad una tartaruga!
Grazie a te ho capito il lato scientifico degli avvenimenti lostiani, che in effetti avevo capito o intuito col mio cervello da tartaruga!
Posso fare un riassunto in parole povere del tutto?
Perché credo che, nonostante il tuo punto di vista sia più interessante, Lost deve essere per forza capito dai più "ignoranti" che non hanno grandi basi culturali scientifiche e fisiche!
Giusto?



Devo ammettere che post come questo di Antonella Hume non solo mi rendono onorato di essere qui con tutti voi, ma soprattutto mi spingono a divulgare sempre di più alcune difficili teorie fisiche che sembrano riguardare il mondo di Lost ed il personaggio di Faraday, nel modo più semplice che mi è possibile... almeno ci provo :roll:

Ringrazio Antonella perché si è applicata anche su un argomento come questo, perché con fierezza posso confermare che ha rielaborato molto bene la mia spiegazione, arrivando ad una sintesi semplicistica molto attendibile!

Voto: 10! :;)2:

Mi permetto Antonella di analizzare nel dettaglio il tuo "compito":

Antonella Hume ha scritto
Allora, esistono su tutto il globo terrestre delle particolari zone che contengono una materia speciale, conosciuta come Materia Esotica, che hanno proprietà fisiche che in natura non è possibile ricreare.


Esatto, sembrerebbe così, ma mentre è sicuro che sull'isola ci sia una sacca di particelle esotiche in grado di mantenere stabile un wormhole, non è certo che le particelle in giro per il mondo siano proprio dello stesso tipo: potrebbero essere di natura differente, tipo le entangled descritte qualche post fa, ma il concetto non cambia.

Antonella Hume ha scritto
La sacca più importante di particelle di materia esotica si trova nell'isola, che è racchiusa in una sorta di sfera che la nasconde al mondo esterno e al cui interno il tempo scorre in maniera differente rispetto all'esterno! Per arrivare nell'isola, bisogna attraversare un wormhole fisso e stabile, che è una sorta di cunicolo che va dalla superficie esterna di questa sfera, fino al centro (?).
Mi sembra semplice un esempio come una pesca: l'isola è il nocciolo del frutto, ed è separata dal mondo esterno dalla buccia! Il cunicolo che attraversano Michael e Walt, e poi gli uomini della Kahana, si ottiene se noi creiamo un buco/cunicolo che va dalla buccia sino a toccare il nocciolo!



Esatto, ho usato una sfera come rapprensentazione perché immediatamente comprensibile, anche se teoricamente non è proprio così (dobbiamo fare sempre i conti con sistemi a 4 dimensioni...).
Brava, in senso molto figurativo l'apertura si avrebbe attraverso la polpa del frutto, ma - attenzione - devi considerare il nocciolo come se fosse non solo l'isola stessa ma anche una porzione di mare intorno e una parte di cielo.
Ricordiamoci che Desmond tenta di andar via dall'isola con la sua imbarcazione, ma non solo ci riesce, ma in qualsiasi direzione egli vada, finisca per ritornare sempre sull'isola...
E' interessante notare il seguente dialogo tra Juliet, Ben e Coolen nella 3x02, quando scoprono la barca di Jin, Sayid e Sun in rotta verso il campo esca:

- Colleen: “Abbiamo un problema. Ce l’ha trasmesso Brian. L’iracheno ha trovato il villaggio esca”
- Ben: “Bene. è quello che volevamo”
- Colleen: “Brian l’ha seguito fino alla spiaggia, hanno una barca”
Ben: “Come è possibile?”
- Juliet: “E allora? Hanno una barca. Navigare in cerchio li terrà occupati

Antonella Hume ha scritto
Esistono poi altri ingressi per l'isola, che vengono creati momentaneamente da altri fenomeni, come quello che ha attraversato il volo 815 quando Des ha causato il system failure: in quel caso si è aperto un cunicolo che si è richiuso immediatamente dopo il passaggio del volo!
Dopo che Ben ha girato la ruota (congegno antico creato chissà da chi, per manipolare la sacca di materia esotica al centro dell'isola), il sistema isola si sgancia completamente dalle sue coordinate e comincia a muoversi nello spazio (esternamente alla sfera), e nel tempo (all'interno della sfera).
Il movimento spaziale interessa fisicamente l'isola, che va su e giù per il Pacifico, come vediamo negli schemi di Mrs Hawking.
Il movimento temporale interessa il gruppo di non nativi all'interno dell'isola: Sawyer, Juliet, Locke & Co.

Dal momento che John Locke gira nuovamente la ruota, il gruppo suddetto si ferma per 3 anni ai tempi della Dharma nei primi anni 70, ma, a mio avviso, non è detto che non si sposteranno mai più!
Locke torna sulla terraferma, temporalmente 3 anni dopo Ben Linus e gli Oceanic Six.
A prescindere da tutta la trama, Mrs Hawking, grazie al pendolo presente nella stazione Lanterna (stazione Dharma creata col solo scopo di localizzare l'isola), stabilisce che si creerà un wormhole in un dato luogo e momento, e tutti i personaggi che hanno abbandonato l'isola devono attraversarlo, prendendo il volo 316 dell'Ajira che lo attraverserà!
Nel momento in cui l'aereo entra nel Wormhole, gli Oceanic six subiscono l'effetto dello spostamento temporale a cui sono soggetti Sawyer Juliet Faraday & co, e vengono catapultati nel loro quando (primi anni 70), tre anni dopo l'arrivo del primo gruppo (Sawyer Juliet & cO)!
Mentre tutto l'aereo e il resto dei passeggeri, compresi Locke, Ben, Lapidus, atterrano sull'isoletta dove si trova l'Hidra, nel tempo presente, ovvero nel 2007 ( lo si evince dallo stato di abbandono delle strutture)!


Perfetto! :yes: Plausibile non credi? :;)2:

massimo ha scritto
Ecco una possibile fonte di ispirazione scientifica degli autori su una delle tematiche ricorrenti: il concetto di dualità e specularità di cui è pervasa la serie.
[...]



Grazie massimo per il tuo interessante intervento, lucido e comprensibilissimo, sulla natura del dualismo buchi neri - buchi bianchi.

Ma è sconvolgente questa fotografia:
massimo ha scritto

Immagine
Immagine ad i raggi X di un buco nero(al negativo)fotografato nella costellazione del "Cigno":scrn:



:shock: :shock: Conosco molto bene Cygnus X-1, non so come mai non ci abbia mai fatto caso (sarà forse per i colori al negativo), sebbene abbia visto tempo fa l'avatar di Titor eyes!
L'immagine ovviamente non rappresenta il buco nero, poichè come sappiamo, per sua natura, non può emettere raggi X visto che assorbe qualsiasi cosa all'interno del suo "orizzonte degli eventi". Ma è quella di una stella compagna di cui fa parte il sistema binario che viene risucchiata dal buco nero, emettendo raggi X di enorme intenistà.

L'accostamento con il logo della Oceanic è molto interesante! Grazie.

:bye1:


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 75 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Dharma Beer  SOLO-LOST.NET non e' in alcun modo ufficialmente collegato o affiliato ai creatori del telefilm Lost e alla Abc  
 Questo forum utilizza la Creative Commons License  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO. Sniper_Blue style for phpBB3 RC1 by Sniper_E
Google