SOLO-LOST.NET
Forum dedicato alla serie TV Lost
* Login   * Iscriviti

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: gio lug 16, 2009 10:59 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
Data programmazione su solo-lost: venerdì 17 luglio 2009

1x23 - "Esodo - Prima Parte"


Trailer:



Danielle Rousseau arriva all'accampamento dei sopravvissuti con l'avvertimento che gli Altri stanno arrivando e che sono tutti in pericolo. La donna conduce poi Jack e una squadra di superstiti alla Roccia Nera per prelevare la dinamite: Jack e Locke sperano infatti di poterla usare per aprire botola e nascondersi all'interno in caso di pericolo.


Titolo originale: Exodus: Part 1
Diretto da: Jack Bender
Scritto da: Damon Lindelof e Carlton Cuse
Episodio multicentrico: Walt, Jack, Sawyer, Kate, Shannon e Sun

Guest star: Mira Furlan (Danielle Rousseau), Michelle Rodriguez (Ana Lucia), Fredric Lehne (Marshal), Robert Frederick (Jeff), Kylie Dragna (Charlotte), Daniel Roebuck (Dr. Arzt), Wendy Braun (Gina), Kevin E. West (Calderwood), Greg Grunberg (pilota), Terasa Livingstone (Lily), Michelle Arthur (Michelle), John Dixon (JD).

Prima TV USA (ABC): 18 Maggio 2005
Prima TV Italia (Fox): 19 Luglio 2005
Prima TV RaiDue: 15 maggio 2006

Giornio sull'isola: 44°


1x24/25 - "Esodo - Seconda Parte"


Trailer:




"Esodo, seconda parte" corrisponde al 24° e 25° episodio della prima stagione di Lost. In Italia è stato diviso in due episodi: "Esodo, seconda parte" e "Esodo, terza parte".
Trovata la dinamite alla Roccia Nera, il gruppo andato in esplorazione si dirige verso la botola per cercare di aprirla. Nel frattempo Charlie e Sayid tentano di salvare Aaron strappato dalle braccia di Claire dalla Rousseau.
Il flashback descrive l'imbarco di tutti i passeggeri, il tutto con una colonna sonora degna di un finale di stagione bellissima.


Titolo originale: Exodus: Part 2
Diretto da: Jack Bender
Scritto da: Damon Lindelof e Carlton Cuse
Episodio multicentrico: Jin, Charlie, Michael, Hurley e Locke


Guest star: Mira Furlan (Danielle Rousseau), Michelle Rodriguez (Ana Lucia), Fredric Lehne (Marshal), Robert Frederick (Jeff), Kylie Dragna (Charlotte), Daniel Roebuck (Dr. Arzt), Wendy Braun (Gina), Kevin E. West (Calderwood), Greg Grunberg (pilota), Terasa Livingstone (Lily), Michelle Arthur (Michelle), John Dixon (JD).


Prima TV USA (ABC): 25 maggio 2005
Prima TV Italia (Fox): 19 luglio 2005
Prima TV RaiDue: 22 maggio 2006

Giorno sull'isola: 44°


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: ven lug 17, 2009 6:01 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
Exodus, part 1. (I.23)
E’ incredibile, in tutto l’episodio non una sola interazione con Jin. La Rousseau non entra mai in contatto visivo con Jin, nemmeno quando il campo della camera si allarga. Strano, visto che Jin sta lavorando alla zattera e quindi è ragionevole che sia in spiaggia, anche perché è ancora in contrasto con Sun, quindi è improbabile che dorma alla grotta con lei. Questa, per me, è una delle conferme più chiare della progettazione di Lost, sin dalla prima stagione; l’altra verrà in seguito e riguarderà il braccio di Montand.

Il tema del varo della zattera fa ancora onore al talento incommensurabile di Giacchino: un crescendo meraviglioso!

Hugo, come al solito, ci regala un po’ della sua spettacolare ironia:

Dynamite, at the Black Rock.
The Dark Territory.


That’s three reasons
to go right there.


Il talento investigativo di Ana-Lucia si manifesta subito nel dialogo con Jack. I loro posti a sedere sul volo sono ovviamente coerenti con la “numerologia” della serie.

23B.
42F. Wanna trade?


Il ricordo di Sawyer e l’urgenza di raccontarlo a Jack, chiariscono quale sia la sua vera natura. Un uomo duro, rude, un po’ “inacidito” dall’esistenza, ma che sa discernere come si possa aiutare un amico a esorcizzare un dolore nascosto.

Small world, huh?


La teoria matematica dei sei gradi di separazione tra ogni essere umano, serve a creare una delle atmosfere più toccanti dell’episodio. Oltre a ciò è l’inizio di un’amicizia.

L’ossessione del “marshall” per Kate è da manuale! La scena di derisione e scherno per il legame di Kate con il modellino di aeroplano è veramente violenta e la sua aggressività nei confronti di Kate è gratuita, rozza ed ottusa. A tal punto, da pensare che lui sia, inconsciamente, affascinato e conquistato da quel “genio del male” che disprezza e vitupera con tanto vigore.

Immagine Immagine


Message in bottle. That’s sweet.


I think you should take Vincent.

He will take care of you.

Vincent took care of me
when my mom died.

He’s a good listener.
You could talk to him
about Boone if you want.

I’m sorry.
I am too.

I have to go because I’m going to save you.

Who will keep you safe ?

…crescendo con grande emozione…

…Lost

Exodus, part 2. (I.24)

L’occhio di Aaron, protagonista involontario della puntata. “Turnip-Head” (Crapa-Pelata) troverà un nome durante l’episodio, un nome importante, venuto dal nulla, aulico e solenne.

Il drammatico incontro tra Rousseau e Claire svela parte della memoria offuscata di Claire, così come il flashback (l’analessi) sulla storia colpevole di Charlie, ci riporta alla sua quotidianità. Sono sempre rimasto colpito dall’uso del flashback. Non è contiguo ad un personaggio, funziona per metonimia (continuità semantica), spesso con una vera operazione di decostruzione della narrazione. Mi spiego meglio: Claire e Charlie sono legati, ambedue hanno un passato sepolto, il flash di Claire, spiega una parte del mistero del suo ritorno, l’analessi di Charlie invece ci racconta un po’ del suo passato. Ma non avviene in un momento in cui Charlie occupa la scena, bensì in un momento in cui è Claire al centro dell’attenzione dello spettatore. Ciò rafforza la vicinanza affettiva di Charlie e Claire, contribuisce ad aumentare il suspence, aggiunge due tessere al complesso mosaico della storia e introduce allo “scippo” di Turnip-Head. Il tutto in pochi secondi. Quel che trovo sorprendente è che sia perfettamente chiaro. Godard l’avrebbe reso illeggibile, Truffaut non se lo sarebbe mai permesso. Col tempo ho imparato, che frammenti minimi di Lost possono contenere lezioni impagabili di linguaggio cinematografico.

Get him back, Charlie.
Get Aaron back.


Una frase di Claire oggi mi da un brivido differente dal passato. La prima volta l’ho interpretato come disincanto, ma oggi lo vedo diversamente.

No one’s punishing us.
There’s no such thing as fate.


Claire ha sognato la Black Rock in tempi non sospetti, ha avuto un misterioso sogno premonitore, nella IV stagione si è unita a Christian scomparendo, appare in sogno a Kate minacciandola di non riportare Aaron sull’isola ed è l’unica madre, oltre alla Rousseau, ad aver partorito sull’isola. Lei pare sapere che tutti loro non stanno vivendo il loro destino ma stanno seguendo un percorso predeterminato. Lei è cosciente - quasi come Locke - d’altra parte la sua epifania (la nascita di Aaron) è altrettanto sconcertante quanto lo stupore di John per le sue gambe. Quel bambino, lei non lo voleva, intendeva darlo in adozione, e ora si ritrova a curarlo e amarlo come mai avrebbe potuto immaginare. E’ terrorizzata all’idea di perderlo anche se era decisa a darlo in adozione.
E’ incredibile come il cerchio aperto dai flashback iniziali si chiuda quando Charlie arriva all’aereo. Il tempo di scoprire che è carico di eroina e lui si trasforma in un “devoto” della vergine Maria.

Whoever named this place
Dark Territory,
genius.


…Lost

Exodus, part 3. (I.25)

Un fumetto passa accanto agli esploratori, gagliardo e svolazzante, ma non attacca, forse ha altri progetti. Fumosi impegni. Ci ripensa quasi subito e l’attacco è feroce: alberi divelti, suoni gutturali e striduli, passi da “dinosauro”, o … rintocchi della campana del destino. Eccolo. Vigoroso come sempre!

…le pillole? …si, infermiera, …le ho prese poco fa, …alle otto,
si, …quella rossa e quella blu…
…grazie.


La dinamite non è cosa gradita, sparpaglia tutte le particelle di magnetite in giro per l’isola. Si impiega troppo tempo a riordinarle tutte!

Piccolo dizionario inglese di navigazione a vela per l’isola (ad uso di Jin, redatto da Sun):

Starboard: dritta, (destra dello scafo o dell’imbarcazione);
Aft: zona di poppa (opposta alla prua, il retro dell’imbarcazione):
Port: lato sinistra dello scafo;
Sail: vela;
Eat: …accidenti!


Immagine

Fonte: Wikipedia.


Non facile salire su un aereo, vero Hurley? Il commento musicale di Giacchino è superbo. Contribuisce a rendere ancora più comica l’epopea del povero Hugo. Cosa no si fa, per il compleanno di mammà! Durante la corsa, si “perde” il trolley blu.

Immagine Immagine


Una curiosità: avete notato che lei ha cambiato lavoro almeno una volta, tra la prima e la quinta stagione?

Immagine Immagine


Numeri… e contrapposizioni…

Immagine Immagine


… was a part of a chain of events
that led us here,
that led us down a path,
that led you and me to this day,
to right now.

Survival is all relative, Jack.
I don’t believe in destiny.
Yes, you do
You just don’t know it yet.

Questo dialogo, tra John e Jack, contiene pressoché tutto Lost.

I heard them whispering.
I heard them say
they were coming for the child.
The others said
they were coming for the boy.


Un bambino torna e l’altro va: altro bizzarro equilibrio dell’ecosistema isolano.

La dedica finale, commentata dal tema struggente di Giacchino, è un omaggio agli attori e ai personaggi. A quelli che restano e si imbarcano per il loro destino e …a quelli che non ci sono più o arriveranno poi.

Immagine Immagine


…hatch

Deep... Santa Rosa Mental Health Institute, Friday, July 17th, 2009
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: ven lug 17, 2009 7:33 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
deepspaceblue ha scritto
E’ incredibile, in tutto l’episodio non una sola interazione con Jin. La Rousseau non entra mai in contatto visivo con Jin, nemmeno quando il campo della camera si allarga. Strano, visto che Jin sta lavorando alla zattera e quindi è ragionevole che sia in spiaggia, anche perché è ancora in contrasto con Sun, quindi è improbabile che dorma alla grotta con lei. Questa, per me, è una delle conferme più chiare della progettazione di Lost, sin dalla prima stagione;


:quoto:
Deep sono assolutamente d'accordo! Come anch'io ho sempre sostenuto, la Rousseau non sarebbe stata in grado di riconoscere Jin 16 anni dopo: forse lo avrà visto, è vero, ma in un tempo sicuramente insufficiente per fissare un volto nella memoria.

Continuo nella visione dell'Esodo, a dopo.
:pop:


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: ven lug 17, 2009 8:22 pm 
Vedo il futuro
Vedo il futuro
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven lug 03, 2009 4:01 pm
Messaggi: 861
Località: Hill Valley
i'm a: Boy
Questa settimana tre episodi che è come fossero uno...una lunga e stupenda conclusione al capolavoro che è la prima stagione di Lost...

1x23
In questi episodi, contrariamente al resto della serie, vengono proposti flashback di tutti i personaggi...vedremo i minuti precedenti all'imbarco o l'evento finale che li ha portati a prendere il volo 815; nella 1x23 tra gli altri vediamo:
-Sawyer che viene "gentilmente" invitato a lasciare l'Australia;
-Vediamo Jack e Ana Lucia chiaccherare (e bere) al bar...e i numeri dei posti non potevano che essere 23b per il doc e 42f per Ana
-Vediamo Kate con lo sceriffo...a tal proposito, ho annotato una frase dell'addetto dell'aeroporto detta verso lo sceriffo: "Dovrà stivarla nel compartimento bagagli dell'equipaggio". La riporto perché, adesso non ricordo in che topic, erano stati sollevati dei dubbi sulla valigetta con le pistole ritrovata...dato che non ricordo se il dubbio era stato risolto o meno ho ritenuto opportuno riportare la frase

1x24
-Lascia tanti dubbi la posizione della Black Rock in mezzo all'isola...uno delle tante cose a cui fra 187 giorni e 3 ore, nel momento in cui scrivo, speriamo tutti di avere risposta.
-Locke e Jack mentre il primo sta tirando fuori dalla cassa la dinamite:

Locke: Bzzzz
Jack: Ti piace giocare John
Locke: Da morire


-Ugo alla domanda di Locke su cosa c'è secondo lui dentro la botola risponde:

"Montagne di pasti pronti, anche degli anni cinquanta"
possiamo dire che su questo non ha sbagliato di molto

"La speranza"
invece John questa volta non ci prende molto


-Vediamo nuovamente la fragilità di Charlie prendere il sopravvento, lo vediamo non riuscire a resistere alla tentazione di portarsi via una statuetta, come a non essersi ancora del tutto staccato dal Charlie che era in precedenza

1x25
Locke incontra nuovamente il fumo nero, e come stregato da quello che ha visto la prima volta vi si avvicina... ma stavolta lo sguardo di Locke cambia, è uno sguardo spaventato...e infatti il fumo cerca di trascinare via Locke...

Locke: Lasciami andare, me la caverò, non mi succederà niente!
le parole di Locke a Jack che lo trattiene...

Un discorso che riprende al momento dell'apertura della botola:

Jack:Volevi che ti lasciassi
Locke:Esatto
Jack:Quella cosa ti stava trascinando giù e volevi che io ti lasciassi
Locke:Non per farmi del male
Jack:No John, ti avrebbe ucciso
Locke:Io ho seri dubbi al riguardo, sono convinto che fosse un test


Nonostante la sua paura, nonostante avesse provato a fuggire, la fede di Locke nell'isola resta immutata.

-Non avevo fatto caso fino ad adesso che la taglia su Kate era di 23.000 dollari

-Mentre Hugo va verso il gate, si vede di schiena una squadra (di uno sport non meglio definibile) e i numeri di maglia delle atlete sono, in sequenza: 4 8 15 16 23 42...certo che gli autori si divertono proprio a fare queste cose :gira: . E quando arriva al gate, dopo la conferma di poter salire sull'aereo: "E' il suo giorno fortunato", ironico per uno che ha rischiato di perdere l'aereo e che poi con quell'aereo si schianterà...

-Il discorso di John a Jack, in cui afferma che "ognuno è stato portato lì per una ragione" e poi

Jack:Io non credo nel destino
John:Si invece, solo che ancora non lo sai

Un discorso che alla luce di quello che accadrà in futuro risulta misterioso come pochi altri


-Nella conclusione dell'episodio, quando vediamo tutti che salgono sull'aereo e prendono posto, Hurley passando fa il segno di Ok a Waaaalt, che ricambia con un sorriso...ma perché proprio a Walt, su altre 300 e passa persone, non c'erano altri bambini?

...e dopo questa...clinica Santa Rosa ;-p ..arrivoooo

:bye1:


<< | NEVER | CREATE | WHAT | YOU | CAN'T | CONTROL | > >

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: sab lug 18, 2009 2:05 pm 
Tecnico Dharma
Tecnico Dharma
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab feb 23, 2008 12:16 am
Messaggi: 624
Località: Succo d'arancia che viaggia nel tempo
i'm a: Boy
EXOUDS PART 1

La prima parte della trilogia di cui è composto il finale di stagione è sicuramente una di quelle puntate che hanno reso LOST una delle massime espressioni della serialità televisiva americana di altissima qualità. La regia, l’ottima interpretazione di tutto il cast, e soprattutto la magnifica sceneggiatura di Damon Lindelof e Cartlon Cuse sono qualcosa di unico e credo senza precedenti, fino a quel momento, sul piccolo schermo.

Attraverso i flashback vediamo i momenti precedenti alla partenza di alcuni personaggi.
Michael e Walt, i quali sono ancora lontani dal bellissimo rapporto che si instaurerà grazie all’opportunità datagli dall’Isola.
Jack, intento a bere un drink, flirta con una certa Ana Lucia, che poi avrà modo di farsi conoscere meglio nella seconda stagione.
Sawyer ha un’accesa discussione con un membro delle forze dell’ordine australiane, e viene estradato a vita dal paese.
Kate, in manette e ormai conscia del fatto che trascorrerà il resto della sua vita , è costretta a subire le continue provocazioni dello sceriffo che spiega al poliziotto aeroportuale perché deve portare tutte quelle pistole nella valigetta, oltre a fare un piccolo riassunto della storia che riguarda il piccolo aeroplanino.
Shannon, come per buona parte della stagione, viene criticata da Boone, che non la ritiene capace di badare a se stessa.
E per finire Sun e Jin, con il loro matrimonio allo sfascio e la paura di lei di un marito diventato qualcuno che non è veramente.

Sembra quindi la storia di un gruppo di persone nel momento più buio della loro vita, in cui tutto sembra poter andare solo storto. I dubbi, le paure, i dolori, accompagnano questi personaggi prima del loro imbarco sull’aereo, senza sapere che stanno per andare in un posto dove potranno finalmente ripartire da zero.

Sull’Isola Rousseau compare nel campo dei losties, e insieme a lei arriva una brutta notizia:

“The others are coming”

Tre possibilità: scappare, nascondersi, o morire.
Jack capisce che c’è bisogno di agire in fretta. La zattera deve salpare al più presto, mentre il dottore, Kate, Hugo, Locke, Rousseau e il dottor Arzt partono per una spedizione nei “Dark Territories” alla volta della Black Rock, una nave britannica finita misteriosamente sull’Isola, per recuperare la dinamite in grado di aprire la botola, l’unico luogo in cui sembra si possano nascondere tutti dalla minaccia degli Altri.

Un episodio bellissimo, emozionante che lascia presagire un finale di stagione spettacolare.

Sono due le scene che rimangono nel cuore dello spettatore.
Il saluto tra Jack e Sawyer, in cui James rivela di aver conosciuto il padre del dottore in un bar.

“ About a week before we all got on the plane, I got to talking to this man in a bar in Sydney. He was American, too. A doctor. I've been on some benders in my time, but this guy -- he was going for an all time record. So, it turns out this guy has a son. His son's a doctor, too. They had some kind of big time falling out. The guy knew it was his fault, even though his son was back in the States thinking the same damn thing. See, kids are like dogs, you knock them around enough they'll think they did something to deserve it. Anyway, there's a pay phone in this bar. And this guy, Christian, tells me he wishes he had the stones to pick up the phone, call his kid, tell him he's sorry, that he's a better doctor than he'll ever be -- he's proud, and he loves him. I had to take off, but -- something tells me he never got around to making that call. Small world, huh? Christian, tells me he wishes he had the stones to pick up the phone, call his kid, tell him he's sorry, that he's a better doctor than he'll ever be -- he's proud, and he loves him. I had to take off, but -- something tells me he never got around to making that call. Small world, huh?”

Una scena veramente commuovente in cui Jack prova inutilmente a fermare le lacrime, l’emozione che gli provocano le parole di Sawyer.

Infine la partenza della zattera, una goccia di speranza per tutti quanti in un momento di paura, magistralmente accompagnato dalla magnifica musica di Giacchino, che emoziona lo spettatore fino alle lacrime e lo fa sentire parte di questo gruppo di persone finite su un'Isola misteriosa che vedono nel barcone la possibilità di tornare alla normalità e fuggire da questo luogo che è tutto fuorché normale.

LOST


That's what she said
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: sab lug 18, 2009 3:19 pm 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: lun set 03, 2007 8:40 pm
Messaggi: 1341
Località: nei meandri di milano
i'm a: Boy
interessante constatare come Jin sia sopravvissuto a due naufragi......di sicuro è un uomo fortunato.

la tensione tra Jack e John è al culmine. ormai Jack dalla morte di Boone ce l'avrà sempre con Locke e da questo momento in poi lo considererà per sempre un pazzo.
mi sono sempre chiesto perchè John non gli abbia detto la verità: ero su una sedia a rotelle e l isola mi ha ridato la salute.
se John l'avesse fatto,forse le cose sarebbero andate diversamente....

rivedremo walt pochissime volte dopo il suo rapimento, e ancora non sappiamo perchè gli others lo rapirono.
lo sapremo prima della 6x18???

Charlie da il meglio di se stesso in questo finale, ma ripiomba nei demoni del passato; riuscirà ad essere così importante solamente quando sacrificherà la vita per sbloccare le comunicazioni nella stazione Lo Specchio.

confesso che se avessi seguito lost dalla prima stagione sarebbe stato quasi impossibile non cercare informazioni su cosa ci fosse nella botola e sul destino di sawyer e jin.

è stata una fortuna poter vedere subito il primo episodio della season 2.


Immagine
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: sab lug 18, 2009 5:41 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
Mark Renton ha scritto
la tensione tra Jack e John è al culmine. ormai Jack dalla morte di Boone ce l'avrà sempre con Locke e da questo momento in poi lo considererà per sempre un pazzo.
mi sono sempre chiesto perchè John non gli abbia detto la verità: ero su una sedia a rotelle e l isola mi ha ridato la salute.
se John l'avesse fatto,forse le cose sarebbero andate diversamente....


Anche io mi sono posto la stessa domanda molte volte. Ma perché non si parlano, non provano a spiegarsi gli uni con gli altri, soprattutto per quanto concerne le stranezze. E di stranezze c'é ne sono non poche! Ma niente da fare, il pudore trionfa! Capisco la scelta sul piano narrativo, molto meno sul piano della psicologia dei personaggi. Insomma un "miracolato" come Locke avrebbe potuto usare l'episodio per farsi capire da Jack e, anche io, credo che Jack avrebbe capito le ragioni profonde della sua fede. Ciò, peraltro, non avrebbe tolto nulla alla contrapposizione teoretica tra Jack e John. I punti di vista dei singoli personaggi avrebbero comunque potuto seguire strade diverse e anche opposte. In passato ho scritto che forse l'atteggiamento deriva da una tendenza alla "competizione" intrinseca a certi personaggi, forse dovuta alla comune cultura da cui provengono (quella Americana). Malgrado questa considerazione l'atteggiamento continua a provocarmi una fastidiosa dissonanza cognitiva.
:ciao:
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: sab lug 18, 2009 5:48 pm 
A Othersville
A Othersville
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar lug 29, 2008 12:15 pm
Messaggi: 938
Località: sicilia
i'm a: Boy
inzio col dire che i trailer postati da Algol sono fenomenal! e le puntate ancora di piu'! Grandissimo finale!

Esodo prima parte


L'episodio sull'isola si apre con Walt che vede la Rousseau al campo e spaventato chiama il resto dei sopravvisuti per segnalare il pericolo. Ho notato il particolare che Walt è sempre uno dei primi a svegliarsi e uno dei pochi che riesce a "scoprire" cose interessanti. Scopre le manette all'interno della foresta nelle prime puntate, adesso scopre la Rousseau nel loro accampamento. Sembrano banalità ma devo passarmi in qualche modo il tempo nei 186 giorni mancanti facendomi qst viaggi mentali!

"Daniel, what do you doing here?"
"They're Coming"
"Who?"
"The Others"

DA PELLE D'OCA!

Due tronconi principali all'interno dell'episodio:
1. I preparativi per salpare in oceano con la zattera sono iniziati e, grazie a Jack, tutti i sopravvisuti danno il loro contributo.
Stupendo e inquietante lo sguardo di Locke quando sente che Jack sta radunando tutti per aiutare Michael con la zattera!

Immagine

ditemi quello che volete, ma a me questo sguardo sembra dire:"Tutti vogliono andarsene dall'isola, devo inventarmi qualcosa per impedirglielo".

Bellissima la scena dove i restanti "survivor" salutano con gioia e felicità gli eroi con la zattera, credendo di essere presto salvati! Giacchino ci mettedel suo con il sottofondo musicale da Oscar!

Immagine

2. Jack,Kate,Locke,Hurley,Artz e Rousseau vanno alla Roccia Nera per prelevare la dinamite che servirà dopo per aprire il portello della botola...

"Se vogliamo tornare prima di sera, dobbiamo partire entro 1 ora" questo è quello che dice la Rousseau.
Se non sbaglio è mattina, quindi ci vuole un giorno intero per arrivare e tornare? Non ho mai capito queste distanze così lunghe :XD:

Iniziano i flashback e il primo è Jack, seduto al bar dell'aeroporto che beve, gli si avvicina una donna...
"come è deceduto?"
"mmm... attacco cardiaco" queste mmm non mi convincono tanto :scrn:
poi è il turno di kate che viene scortata dal poliziotto che la tiene in custodia. E' costretto a dover imbarcare nel compartimento bagagli dell'equipaggio le pistole che trasporta.
Si va poi a Sawyer, che viene "espulso" dall'Australia a causa di una rissa!

Sull'isola i nostri diretti verso la roccia nera incontrano di nuovo il Mostro e Rousseau lo definisce"un sistema difensivo che protegge l'isola"... speriamo di scoprirne di piu' tra 185 giorni!

Esodo seconda parte


E' l'occhio di Aaron ad aprire la puntata perchè nel bene e nel male è lui il protagonsta dell'episodio, visto il suo rapimento! Claire decide il nome così, all'improvviso... perchè un nome così importante? casualità o cosa?
Tornando ai nostri alla Roccia Nera, Locke dice a Jack di conoscere la strada per il ritorno... Puo'essere una cosa normale (memoria) oppure no :shifty: :shifty:
Stupendo il dialogo all'interno della nave tra Jack e Kate

"Kate, non puoi forzare una cassa di dinamite con un piccone!"

Immagine



Esodo terza parte

Ultima parte della season finale con un altra apparizione del fumo nero... jack e co. scappano, ma locke no... lui ha visto negli occhi l'isola, non gli farebbe mai del male... eppure il suo sguardo è pieno di paura e terrore, completamente diverso da quando lo ha visto per la prima volta
Immagine
il fumo nero lo vuole trascinare nel sottosuolo, John invita Jack a lasciarlo andare perchè è sicuro che non gli succederà nulla, ma Jack lo salva ugualmente...
successivamente il migliore momento in assoluto di Lost

John: io lo so perchè io e tu siamo sempre in disaccordo. Perchè tu sei un uomo di scienza
Jack: si è esatto, e tu cosa sei
John: "son un uomo di fede. Non crederai che tutto questo sia accidentale? Che noi, un gruppo di sconosciuto siamo sopravvisuti ad un disastro aereo alcuni addirittura con ferite superficiali. Siamo stati portati qui tutti quanti
Jack: Ah si john, e da chi?
John: Dall'isola!

Nel frattempo Claire è preoccupata per il suo bambino, ma Sun, per l'ennesima volta, sembra essere sicura della sorte del piccolo: "Charlie te lo riporterà, ne sono sicura".
Sul fronte zattera invece i nostri avvistano sul radar un imbarcazione, potrebbe essere la loro unica possbilità di salvezza... lo sparo del lanciarazzi....il rumore del motore dell'imbarcazione....attimi concitati... la musica che sembra riportare ad un epilogo felice...
invece vogliono Walt... "dobbiamo prendere il bambino!"
Nei minuti finali il meglio della prima stagione, il flashback dei losties che entrano nell'Oceanic 815, gli sguardi (non mi convincono i cenni d Hurley e Jack a Walt e Locke) e poi la botola..è stata aperta... l'inquadratura che entra dentro al tunnel
Immagine

.... poi buio....LOST


Immagine


I LOVE LOST
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: sab lug 18, 2009 8:45 pm 
Tecnico Dharma
Tecnico Dharma
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab feb 23, 2008 12:16 am
Messaggi: 624
Località: Succo d'arancia che viaggia nel tempo
i'm a: Boy
EXODUS PART 2/3

La fine della prima stagione si avvicina. L’ultimo atto. Le carte sono state messe tutte in tavolo. Jack, Kate, Hugo, Rousseau, Locke e Arzt sono alla Black Rock per prendere la dinamite che servirà ad aprire la botola. Michael, Walt, Jin e Sawyer sono partiti con la zattera. Gli altri invece si spostano verso le caverne, per mettersi a riparo dagli Others.

Gli ultimi flashback ci mostrano l’incontro di Jin con uno scagnozzo del padre di Sun, che lo minaccia dicendogli che perderà il suo amore per sempre se proverà a scappare.
Michael, in una chiamata alla madre, esprime tutti i suoi dubbi se sia davvero la persona giusta per tenere Walt e per farlo crescere.
Hugo, perseguitato dalla sfortuna, fa di tutto per raggiungere l’aeroporto e salire sul volo 815. Visto quello che è successo dopo, lo schianto e tutto il resto, si può dire che Hugo abbia fatto di tutto per lottare contro la fortuna.
Per finire Locke, deluso per la mancata partecipazione al Walkabout a causa della sua “situazione”, è costretto a vivere un’altra umiliazione dovuta alla sua paralisi.

Come poi diventerà tradizione nei successivi finali di stagione di LOST, sull’Isola improvvisamente le cose prendono una brutta piaga.

Rousseau rapisce il piccolo Aaron, e viene inseguita da Charlie e Sayid.
Alla Black Rock Arzt esplode a causa della dinamite, e come se non bastasse sulla via del ritorno Hugo,Kate, Jack e Locke vengono inseguiti dal mosto, che per la prima volta ci viene rivelato.
Sulla zattera i nostri cari eroi pensano finalmente di aver trovato i soccorsi, ma purtroppo non è così. Gli Others gli hanno trovati, in mezzo al mare, dove credevano di essere meno vulnerabili.

"Only, the thing is, we're gonna have to take the boy"

Rapiscono Walt, fanno esplodere la zattera, lasciando Michael in mezzo all’oceano distrutto dal dolore, impotente di fronte a questa situazione, e l’unica cosa che può fare è urlare il nome del figlio.

Charlie e Sayid recuperano Aaron. Rousseau, madre ingiustamente privata della propria figlia, sperava di poter riottenere Alex con uno scambio. Sayid sembra comprendere la situazione difficile della donna rimasta da sola per sedici anni, mentre Charlie, forse troppo protettivo nei confronti di Claire, la etichetta come pazza, “insane”.

La dinamite viene piazzata. Il filo viene accesso, la fiamma viaggia veloce, e nonostante i tentativi di Hugo di spegnerla, arriva alla meta e la nitroglicerina fa il resto…..

Questo finale di stagione è un perfetto esempio della grande narrazione a cui ci ha abituati LOST. E’ tv di altissima qualità. Noi spettatori restiamo con il fiato sospeso per un’ora e mezza, senza poter pensare, trarre conclusioni, perché è una vicenda così serrata con tantissimi avvenimenti che ci si lascia trasportare da questa inarrestabile corrente e si arriva al finale, al grandissimo finale, shockati, turbati dalle tantissime emozioni provate e soprattutto increduli per il capolavoro appena visto. LOST è questo.

Parte la musica di Giacchino, come una voce. Ci racconta gli ultimi istanti prima della partenza dell’aereo. I preparativi, i bagagli. I losties persi nei loro pensieri, in quegli sguardi che provano a capire a cosa stanno andando incontro, cosa il futuro ha in serbo per loro, senza sapere che presto l’Isola darà una seconda possibilità, una nuova vita. Non la vedo come una “punizione”, come dice Sun. Sono più un lockiano. Si trovano lì per un scopo, perché era destino che finissero lì.
In uno dei confronti più belli tra Locke e Jack è ovvio andare con la mente alla quinta stagione, quando sarà lo stesso dottore a svolgere le sue azioni perché convinto che sia destino.

JACK: Brought here? And who brought us here, John?
LOCKE: The Island. The Island brought us here. This is no ordinary place, you've seen that, I know you have. But the Island chose you, too, Jack. It's destiny.
JACK: Did you talk with Boone about destiny, John?
LOCKE: Boone was a sacrifice that the Island demanded. What happened to him at that plane was a part of a chain of events that led us here -- that led us down a path -- that led you and me to this day, to right now.
JACK: And where does that path end, John?
LOCKE: The path ends at the Hatch. The Hatch, Jack -- all of it -- all of it happened so that we could open the Hatch.
JACK: No, no, we're opening the Hatch so that we can survive.
LOCKE: Survival is all relative, Jack.
JACK: I don't believe in destiny.
LOCKE: Yes, you do. You just don't know it yet.

La musica diventa inquietante. Tra il fumo appaino Jack e Locke. Spostano il portone della botola e il loro sguardo, insieme al nostro, viene risucchiato dal tunnel quasi senza fondo della botola. E mentre l’occhio del regista ci porta verso la fine, si unisce a noi il dubbio, cosa c’è lì dentro? Ci sarà davvero speranza come ha detto Locke?

Tutto diventa nero.

LOST


That's what she said
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x23 - 1x24/25: Esodo
MessaggioInviato: dom lug 19, 2009 6:49 pm 
Sostenitrice di Solo-Lost
Sostenitrice di Solo-Lost
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab apr 26, 2008 1:48 pm
Messaggi: 1065
i'm a: Girl
1x23
Non ricordavo quanto fosse bella questa puntata...ricca di informazioni e dettagli su molti personaggi, ma soprattutto piena di emozioni che mi hanno nuovamente fatto commuovere... E visto che ora ho capito come cavolo estrapolare delle immagini dai video, facciamoci del male di nuovo!
- Jack e Sawyer. Finalmente il futuro Mr. La Fleeeeeur inizia a mostrare un po' di cuore...non gli dice che ha capito che quell'uomo era suo padre dalla frase sui Red Sox, che forse avrebbe tolto un pelo di poesia a tutta la storia. Gli racconta tutto quello che sa, proprio perchè consapevole del fatto che Jack si trascina un senso di inadeguatezza in ogni cosa che fa per colpa di Christian, ed è deciso a toglierglielo. Non c'è altra ragione se non quella di fargli capire che, esattamente come un cane che viene bastonato, lui non ha mai avuto nessuna colpa. E l'unica persona da cui Jack aveva bisogno di sentirlo dire era proprio da Christian. 3 cose che il padre non gli ha mai detto: è un dottore migliore di lui; suo padre è orgoglioso; gli vuole bene. chiaro che Jack non possa reagire in altro modo se non con un crollo emotivo...più che un pianto sembra che provi quasi dolore fisico, e direi comprensibilmente
Immagine

- la sensibilità di Walt nel decidere di lasciare Vincent a Shannon...quanta tristezza in quel "mi ha aiutato quando è morta mia madre, magari può aiutare te". Walt è passato in pochissimi giorni dall'essere il bambino arrabbiato col mondo (e con tutte le ragioni eh) che mette a palla i Power Rangers nel cuore della notte, ad essere l'unico che riesce ad alleviare un pochino le sofferenze di Shannon.
Immagine

- E poi Jin! Dannazione, un uomo così ostinato, cocciuto e permaloso da decidere di salpare per salvare sua moglie e contemporaneamente non rivolgerle la parola! Ma Sun è come tutte le donne molto più intelligente del marito :ghghgh: e gli prepara un piccolo glossario di parole utili...anche se comincio a sospettare che Michael se la cavasse benissimo col coreano. Davanti al gesto della moglie, anche un pirla si sarebbe pentito del suo atteggiamento e infatti il distacco iniziale si tramuta in un "I'm sorry" in meno di un nanosecondo...grande commozione
Immagine

che dire...una puntata davvero ricca di spunti su cui riflettere e che aggiunge un tassello per la comprensione di tanti personaggi. Anche se comincio a pensare che l'unico con capacità di predire il futuro sia lui...il solo e inimitabile Hugo
Immagine

:ghghgh: :ghghgh: :ghghgh:


Living is easy with eyes closed
misunderstanding all you see
It's getting hard to be someone, but it all works out
It doesn't matter much to me
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Dharma Beer  SOLO-LOST.NET non e' in alcun modo ufficialmente collegato o affiliato ai creatori del telefilm Lost e alla Abc  
 Questo forum utilizza la Creative Commons License  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO. Sniper_Blue style for phpBB3 RC1 by Sniper_E
Google