SOLO-LOST.NET
Forum dedicato alla serie TV Lost
* Login   * Iscriviti

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 34 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: ven lug 10, 2009 9:34 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
Solo una precisazione, nella mia ipotesi da "Santa Rosa" John non ha coscienza di essere posseduto e confonde questo stato con uno "stato di grazia" cui non sa dare una spiegazione razionale. Sceglie così di accettare questo stato come se fosse un dono dell'isola. Oltre a ciò, sempre seguendo il mio "delirio", ricordo che la prima missione di John/Nemesi è fallimentare. Tanto è vero che John viene eliminato da Ben. Inoltre, mi pare coerente che col tempo le cognizioni (involontarie) di John siano sempre meno efficaci (o spettacolari) e soprattutto costituiscano, sempre meno un vantaggio conoscitivo rispetto agli altri losties. Col tempo anche gli altri maturano un livello di conoscenza più approfondito dell’isola e ciò fa risultare Locke meno performante rispetto ai momenti topici della prima stagione.

Ciao.
Deep…
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: ven lug 10, 2009 9:59 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
Deepspaceblue ha scritto
Solo una precisazione, nella mia ipotesi da "Santa Rosa" John non ha coscienza di essere posseduto e confonde questo stato con uno "stato di grazia" cui non sa dare una spiegazione razionale. Sceglie così di accettare questo stato come se fosse un dono dell'isola. Oltre a ciò, sempre seguendo il mio "delirio", ricordo che la prima missione di John/Nemesi è fallimentare. Tanto è vero che John viene eliminato da Ben. Inoltre, mi pare coerente che col tempo le cognizioni (involontarie) di John siano sempre meno efficaci (o spettacolari) e soprattutto costituiscano, sempre meno un vantaggio conoscitivo rispetto agli altri losties. Col tempo anche gli altri maturano un livello di conoscenza più approfondito dell’isola e ciò fa risultare Locke meno performante rispetto ai momenti topici della prima stagione.

Ciao.
Deep…


Non è affatto un'ipotesi da Santa Rosa, sul serio! :;)2:
La mia è una lotta interiore tra la tua brillante ipotesi e il mio affettuoso ricordo di un John Locke come l'ho conosciuto durante la mia prima visione della prima stagione. Una lotta che mi porta a non credere che quel Locke, magnifico nel suo mistero e nella sua saggezza, non fosse davvero il personaggio che mi ha inizializzato a LOST e che mi ha fatto amare questa serie... a volte preferei seguire sentimentalismi, sebbene la ragione - ahimè - prevalga quasi sempre.

Il vero John per me è stato quell'uomo dai luminosi sorrisi, il saggio ed esperto cacciatore, colui che crede nell'isola come un riscatto dalla vita poco generosa. Ecco, ci rimarrei molto male pensando che il suo animo attento e illuminato sia frutto di una manipolazione da parte di entità misteriose.

Ma il tuo ragionamento, Deep, non fa una piega... Ricordo bene infatti come il fumo nero manipolò le coscienze dei compagni della Rousseau...

Rileggo adesso anche il post di Jack Shepard, quoto assolutamente questi punti:

** Jack Shepard ** ha scritto
3. Una scena particolarmente bella è stato quando l'iquadratura punta dritto prima su Locke e poi su Sayid intenti a sorvegliare l'accampamento nel cuore della notte: con quella musica di sottofondo, quei primi piani e quei bastoni in mano sembravano gladiatori pronti a combattere!


Una scena memorabile!

** Jack Shepard ** ha scritto
3.il momento piu' bello ed enigmatico della puntata è stata la frase di John Locke: "siamo cosi intenti a puntarci il dito contro che stiamo ignorando una semplice innegabile verità; il problema nn è qui, è la; ci hanno attaccati, sabotati, rapiti, ammazzati, smettiamola di litigare e preoccupiamoci di loro: non siamo soli su quest'isola e lo sappiamo tutti quanti!"


Assolutamente d'accordo, John è (anzi era nella prima stagione) una vera guida, infonde coraggio e perle di saggezza.

Illuminante il discorso a Shannon:
" Perché se lui ti piace cosa centra tuo fratello? Hanno tutti iniziato una nuova vita su quest'isola, Shannon, forse è ora che inizi anche tu!"

Ma soprattutto mette a freno le dolorose liti tra Michael e Jin e di tutti sulla spiaggia:

"Il problema non è qui, è là!!! Smettiamola di litigare e preoccupiamoci di loro... non siamo soli su quest'isola e lo sappiamo TUTTI QUANTI" mentre si gira e va via alzando le braccia... e gli occhi di tutti si abbassano lentamente, solo il rumore del mare e la musica di sottofondo... Grandioso John!!!

:bye1:


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: sab lug 11, 2009 10:15 am 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom set 02, 2007 1:25 pm
Messaggi: 3173
i'm a: Boy
Algol ha scritto
Tuttavia continuo a riflettere su cosa possa essere accaduto quando John ha incontrato il fumo nero ad inizio stagione... :scrn: secondo me rivedremo questo evento durante la sesta.

Ne sono convinto anche io.
John in quel momento vede cos'è l'isola e ne rimane folgorato. Oppure qualcuno (o qualcosa... :shifty: ) comincia a manipolarlo.

Ma io l'ho guardata negli occhi quest'isola, e quello che ho visto...
è bellissimo.


"Non ditemi che non lo posso fare!"

Immagine

Ille qui nos omnes servabit
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: sab lug 11, 2009 3:33 pm 
A Othersville
A Othersville
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar lug 29, 2008 12:15 pm
Messaggi: 938
Località: sicilia
i'm a: Boy
sarebbe bellissimo rivedere quel momento!! e sopratutto capire cosa realmente è successo!


Immagine


I LOVE LOST
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: dom lug 12, 2009 11:40 am 
Vedo il futuro
Vedo il futuro
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven lug 03, 2009 4:01 pm
Messaggi: 861
Località: Hill Valley
i'm a: Boy
Come in tutte le altre tappe della maratona arrivo per ultimo (e nessuno risponde agli interrogativi che ho sollevato :cry3: ) ma dopo questa sono arrivato a pari passo con tutti. Un pò di pensieri sparsi sulle puntate in questione del topic, visto che come sempre le recensioni che avete già fatto sono stupende :figus:

1x15
-Ethan...i suoi occhi quando afferra Charlie per il collo...è completamente blu, non solo l'iride...sembra fatto (sull'essersi fatto fregare così credo anche io che qualcuno, o qualcosa, lo doveva aver convinto che fosse tutto a posto...era troppo scontato che si trattasse di una trappola)
-Da sottolineare il "Si, contiamo su di te Boone", detto da Locke, a me sembra con un leggero per usare un eufemismo tocco di di sarcasmo.
-Mi sorprende come Locke oltre a maneggiare i coltelli con estrema facilità...sappia anche maneggiare la pistola, così come se niente fosse...più andiamo avanti e più mi trovo d'accordo con chi dice che Locke non ce la conta giusta...non ho nessuna ipotesi che mi convinca più di altre (posseduto, deja-vu...non so) però qualcosa di strano sicuramente ci deve essere

1x16
-Mi ha lasciato pensieroso il discorso di Richard a Sawyer (poi, che coincidenza...mah) riguardo a Jack (cito a memoria perché non ho avuto l'accortezza di segnarmelo):
"Crede che io lo odi...ma io provo gratitudine..e orgoglio..quello che ha fatto per me" e se non ricordo male, correggetemi se sbaglio, aggiunge un "mi ha liberato" che fa pensare...eccome se fa pensare

1x17
-La risposta alla domanda di Jin se tra Sun e Michael ci fosse stato qualcosa trova piena risposta nel Mobisode 8...non fosse stato per Vincent, si, qualcosa ci sarebbe evidentemente stato.
-Sarò monotono nel tirarlo sempre in ballo, ma è lui che mi costringe ;-p ...Come fa Locke a capire che è stato Waaaaalt a bruciare la zattera me lo deve proprio dire...inoltre continua nella sua dispensazione di consigli, come se lui sapesse tutto di tutti
-Povero Hugo, pure le pile scariche..

1x18
-Hugo è azionista di maggioranza di una fabbrica di scatole...non vi dice niente?
-Le parole di Lenny: "Non lo dovevi fare; HAI APERTO LA SCATOLA. Non li dovevi usare quei numeri...non si fermerà. Ti devi allontanare da quei numeri, andare via lontano..lontano"
Ho sottolineato il "hai aperto la scatola" perché è la frase che mi ha colpito di più...sia per il riferimento alla scatola magica fatto successivamente da Ben...sia perché...troppe coincidenza con questi numeri..ok l'equazione di Valenzetti, ma io son convinto che ci deve essere di più, deve esserci qualche altra cosa legata a questi numeri...chissà...


<< | NEVER | CREATE | WHAT | YOU | CAN'T | CONTROL | > >

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: dom lug 12, 2009 5:58 pm 
Sostenitrice di Solo-Lost
Sostenitrice di Solo-Lost
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab apr 26, 2008 1:48 pm
Messaggi: 1065
i'm a: Girl
Deepspaceblue ha scritto
Solo una precisazione, nella mia ipotesi da "Santa Rosa" John non ha coscienza di essere posseduto e confonde questo stato con uno "stato di grazia" cui non sa dare una spiegazione razionale. Sceglie così di accettare questo stato come se fosse un dono dell'isola. Oltre a ciò, sempre seguendo il mio "delirio", ricordo che la prima missione di John/Nemesi è fallimentare. Tanto è vero che John viene eliminato da Ben. Inoltre, mi pare coerente che col tempo le cognizioni (involontarie) di John siano sempre meno efficaci (o spettacolari) e soprattutto costituiscano, sempre meno un vantaggio conoscitivo rispetto agli altri losties. Col tempo anche gli altri maturano un livello di conoscenza più approfondito dell’isola e ciò fa risultare Locke meno performante rispetto ai momenti topici della prima stagione.

Ciao.
Deep…


se la tua è un'ipotesi da Santa Rosa, diciamo che ci finiremmo in molti.. è dai primi episodi che io non mi capacito più di tutto quello che sa/fa Locke...tant'è che ormai ogni mio post in Maratona prevede almeno un "maccchenesalui" :ghghgh:
Concordo sul fatto che sarebbe davvero un po' un brutto colpo...come dicevo non ricordo più dove e come ha giustamente sottolineato Algol, vedere quello stesso Locke (che ai tempi della prima stagione abbiamo visto come personaggio positivo) tingersi di tratti inquietanti ad una seconda (o terza, o quarta) visione...è in effetti un po' triste. Ma indubbiamente affascinante :ruota:
Poi...che sia davvero posseduto da Nemesi o chi per esso...non mi azzardo a dirlo, però sicuramente il suo atteggiamento sta assumendo caratteri degni di nota e anomali...vedremo!


Living is easy with eyes closed
misunderstanding all you see
It's getting hard to be someone, but it all works out
It doesn't matter much to me
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: dom lug 12, 2009 6:17 pm 
Tecnico Dharma
Tecnico Dharma
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab feb 23, 2008 12:16 am
Messaggi: 624
Località: Succo d'arancia che viaggia nel tempo
i'm a: Boy
Dopo la bellissima esperienza del Roma Fiction Festival, trovo finalmente un po’ di tempo per recuperare le puntate della settimana scorsa e scrivere le mie impressioni.

Prima di iniziare vorrei dire che guardando questa prima stagione ho la stessa sensazione che ho provato tutte le volte che mi trovavo di fronte ad un capolavoro del cinema, da “Il Padrino” a “Casablanca”. Mi sento che le immagini che scorrono sullo schermo sono quello di uno dei capitoli più importanti della storia della televisione. LOST entra di diritto nell’Olimpo della serialità televisiva americana, e lo spettatore non può non rimanere colpito da questo incredibile spettacolo.


HOMECOMING

Puntata dedicata a Charlie. Nei flashback lo vediamo nel periodo successivo allo scioglimento dei Drive Shaft, in un momento di crisi in cui è completamente dipendente dalla droga. Senza soldi e con un amico molto approfittatore, Charlie è costretto a trovare un modo per avere la sua dose settimanale. Indirizzato dal suo rivenditore di fiducia, tenta di truffare una giovane ragazza, Lucy, figlia di un ricco imprenditore.

Sull’Isola invece Claire è da poco tornata, e Charlie si sente in dovere di proteggerla, e quando si presenta nuovamente la minaccia di Ethan fa di tutto per assicurarsi che la ragazza sia al sicuro.
Nel momento in cui Jack e Locke, dopo l’omicidio di Steve (o Scott?), decidono di usare Claire come esca per catturare il “jungle boy” (come dice Sawyer), l’ex bassista dei Drive Shaft si oppone fortemente.

In entrambe le storie riguardanti Charlie, lo vediamo alle prese con una ragazza è la paura di deluderla. Sente di dover prendersi cura di qualcuno, di crescere. Però in tutti e due i casi fallisce. Distrutto dalla droga, pur di ottenerne un po’, ruba un vecchio cimelio appartenuto a Churchill, spezzando il cuore a Lucy, non riuscendo ad uscire da quel buio tunnel per ricostruire una vita come ha fatto suo fratello Liam. Troppo protettivo nei confronti di Claire, uccide Ethan con quattro colpi di pistola nel petto. Un gesto sicuramente non da Charlie, qualcosa che mai ci saremmo aspettati.

Però alla fine LOST è questo. La storia di persone che sull’Isola iniziano un viaggio verso la redenzione, e che non sempre fanno la cosa giusta.

OUTLAWS

Sawyer. Uno dei personaggi più misteriosi, ma allo stesso tempo unici, di LOST. Quello che potremmo chiamare l’Han Solo dell’Isola. Questa puntata è ovviamente dedicata a lui. Scopriamo il motivo per cui si trovava in Australia. Una sua vecchia conoscenza gli fa credere che il vero Sawyer, l’uomo che gli ha rovinato la vita, si trovi vicino Sydney.

Mentre sta sognando il momento che gli ha cambiato la vita, James viene svegliato da un intruso. Un cinghiale che con noncuranza sta rovistando tra la sue cose. Sawyer passerà l’intera puntata nel tentativo di ucciderlo. Durante la sua “caccia” stringerà un forte legame con Kate, l’unica in grado di comunicare con lui, visto che “parla la sua lingua”, che lo aiuterà a trovare l’animale (“thank you, boar expert!”). La scena “I never..” è semplicemente fantastica. Un modo per conoscersi meglio che ci dà delle piccole notizie sul passato dei due fino all’ultima sorso, “I never killed a man..”.

Anche in Outlaws Locke svolge un ruolo importante. La storia del cane tornato dalla sua madre adottiva per dire che non era stata colpa sua per la morte della figlia, colpisce profondamente Sawyer. James, truffatore truffato dalla sua vecchia conoscenza, uccide l’uomo che credeva essere il vero Sawyer. Purtroppo si rivela essere un povero uomo con un debito nei confronti dell’amico di James. Il cinghiale è dunque lì per dare un messaggio, per far rivivere quel momento particolare della sua vita a Sawyer, che alla fine riuscirà a superare la “prova” dell’Isola.

Outlaws è sicuramente una delle puntate migliori della prima stagione. Il tema principale credo sia l’omicidio. Sawyer e Charlie sono costretti a convivere con questo terribile evento che ha caratterizzato la loro vita. Ma, come dice Sayid, “you’re not alone. Don’t pretend you are”.
La differenza tra i due è che James tende ad estraniarsi, a vivere con le sue sofferenze e a non cercare conforto in una persona vicina.

Concludo ricordando le due scene più belle di questo episodio. L’incontro tra Christian e Sawyer, e il dialogo tra quest’ultimo e Jack, che ritornerà più avanti in uno dei momenti più commuoventi della prima stagione.

That’s why the Red Sox will never win the World Series….

…IN TRANSLATION

Jin. Il personaggio che più si sente estraneo agli altri. Non sa l’inglese. Per Charlie può sembrare un vantaggio non avere nulla a che fare con tutto quello che ti accade attorno, come dice in Homecoming. Ma evidentemente non è necessariamente un vantaggio non essere al corrente degli avvenimenti dell’Isola.

Vive un momento difficile del suo matrimonio con Sun. E’ visto da tutti come un marito possessivo che non lascia respirare la moglie. Invece, attraverso i flashback, scopriamo che è stato costretto a diventare una persona che non era a causa di Mr. Paik, il padre di Sun.
Molti dei personaggi di LOST nel loro passato si sono trasformati per proteggere le persone amate, come nel caso di Kate.

La zattera viene bruciata, e il primo indiziato è proprio Jin, l’estraneo. “It’s Lord Of The Flies time”, dice Sawyer dopo averlo catturato. Michael si sfoga contro il coreano. Ma non è questo che farà male a Jin. La ferita più grande sarà scoprire che Sun parla inglese, e che quindi è più solo che mai su quest’Isola.

Tra Sun e Jin le cose peggiorano. Si crea un vuoto enorme, si allontanano. “Everyone gets another life on this Island”. L’opportunità però di far rinascere il loro matrimonio, di sfruttare questa seconda chance di rimettere le cose apposto, viene gettata via.

Non è così tra Michael e Walt. Il loro legame si rafforza, e si scoprirà poi che è stato proprio il ragazzino ad incendiare la zattera, perché non vuole andarsene. E’ stufo di spostarsi continuamente, vuole restare sull’Isola, insieme a suo padre.

Bellissima la conclusione di questa puntata. Nonostante Jin sia stato ripetutamente accusato, maltrattato, si unisce a Michael nella costruzione della zattera. “Boat”, dice, con quel poco di inglese che sa.

Sono poche le serie che con un semplice gesto riescono a commuovere lo spettatore e renderlo partecipe di questa grande storia. Magnifico.

NUMBERS

Numeri (titolo che con il season finale della prima stagione cita un libro dell’antico testamento) è dedicato a Hugo e alla maledizione appunto dei numeri.

La zattera è in fase di ricostruzione, ma farebbe comodo una radio per lanciare un segnale in mezzo all’oceano. Purtroppo mancano batterie nel campo dei losties. Hugo però ricorda di aver sentito Sayid dire che Rousseau, the french chick, ne aveva, e mentre parte un battibecco, Hurley, tra le mappe che appartenevano a Danielle, vede quei numeri…..

4… 8… 15… 16… 23… 42…

Gli stessi che aveva giocato alla lotteria, che gli hanno portato sfortuna, e che lo hanno fatto arrivare fino in Australia.

Hugo parte di nascosto per incontrare Rousseau, e quando lo fa, trova finalmente nelle sue parole quello che cercava da tempo. “i numeri sono maledetti”.

Un’altra bellissima puntata, in cui si aggiunge un tassello alla storia di uno dei personaggi più interessanti, Hugo. Ancora oggi, dopo cinque stagioni, c’è qualcosa di speciale che lo avvolge. Speriamo di scoprire a gennaio di cosa si tratta.

E’ interessante come Leonard, colui che al Santa Rosa ripeteva i famosi sei numeri, abbia sentito la trasmissione sedici anni prima, come Rousseau.

Inoltre, cosa intende Leonard quando dice “You’ve opened the box?” riferendosi al fatto che Hugo ha usato i numeri alla lotteria?

Intanto sulla botola qualcosa di familiare è inciso….

4… 8… 15… 16… 23… 42…


LOST…


That's what she said
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: lun lug 13, 2009 7:32 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: lun apr 20, 2009 7:31 pm
Messaggi: 168
Località: Nemesi telefono casa...
i'm a: Boy
Deepspaceblue ha scritto
Io sono sempre più convinto che John Locke sia "posseduto" da Nemesi dal momento in cui recupera l'uso delle gambe.

Deep, anche tu al Santa Rosa? In effetti mi sembrava di averti già visto! È un’ipotesi affascinante, ma non mi convince. Non penso che Locke sia "posseduto" dalla Nemesi di Jacob. Penso che John abbia in sé una "scintilla" di Nemesi fin dal momento della nascita. :muto:

Episodio 1x16. John racconta a James e Kate di come la madre adottiva fosse convinta che un cane era la reincarnazione della figlia morta in tenera età.


Locke - Mia sorella Jeannie morì che ero un ragazzo. Cadde da un’altalena e si ruppe il collo. E mia madre... anzi, la mia matrigna, si sentì in colpa, è chiaro. Non l’aveva tenuta d’occhio abbastanza. Così...Così smise di mangiare e di dormire. I vicini cominciavano a temere che potesse fare un gesto inconsulto. Aah, che delizia. Insomma, circa sei mesi dopo il funerale di Jeannie, un golden retriever si presenta a casa nostra, entra, si accuccia per terra e guarda mia mamma seduta sul divano. Mia madre...stessa cosa, lo guarda. Dopo un paio di minuti passati ad osservarsi in quel modo, mia madre scoppia a piangere. Un cane bellissimo...senza medaglietta, senza collare. In salute e affettuoso. Dormiva nella cameretta di Jeannie, sempre sul suo letto. C’è rimasto fino alla morte di mia madre cinque anni dopo. E poi...sparito, tornato lì da dove era venuto. Non lo so.
Kate - Quindi...tu pensi che il cane fosse tua sorella?
Locke - Mi sentirei sciocco a dirlo. Ma mia madre ne era certa. Jeannie era tornata per dirle che l'incidente non era colpa sua, per rasserenarla.

Davvero inquietante il sorriso di John, alla fine di questa scena. :udiu:

Nel commento audio dell’episodio 3x13 (cofanetto DVD della terza stagione) Richard Alpert è descritto come una sorta di Panchen Lama. "Il suo compito, molto delicato, è quello di trovare e selezionare un leader. Si può fare un parallelismo tra la sua mansione e l’incarico del Panchen Lama, che deve scegliere il Dalai Lama".
Il Panchen Lama ha un ruolo fondamentale nel riconoscere la reincarnazione del Dalai Lama. Il bambino prescelto viene sottoposto ad una prova volta ad appurare se abbia eventuali "ricordi" delle sue vite precedenti. Gli vengono posti dinnanzi alcuni oggetti e il bambino deve riconoscere senza esitazione quelli appartenuti al suo predecessore.

Episodio 4x11. Richard fa visita al piccolo John per sottoporlo ad un test, e nota un disegno nella stanza: un uomo a terra accanto a quella che potrebbe essere una colonna di fumo nero. È un disegno di John. Richard gli mette davanti una serie di oggetti: un guantone da baseball, un libro intitolato "Book of Laws", una boccetta contenente della sabbia, una bussola, un fumetto della serie "Mistery Tales" ed un coltello.


Richard invita John ad osservare gli oggetti e dirgli quali, tra questi, gli sembrano più familiari, come se gli appartenessero. John prende la boccetta con la sabbia e la bussola. Richard dapprima sembra compiaciuto. Poi, vedendolo afferrare il coltello, mostra un forte disappunto e se ne va deluso per non aver notato niente di speciale nel ragazzo.

E se il coltesso appartenesse alla Nemesi ed il piccolo John lo avesse riconosciuto come proprio, in quanto reincarnazione della Nemesi in questa vita? :shock:

Deepspaceblue ha scritto
John non ha coscienza di essere posseduto e confonde questo stato con uno "stato di grazia" cui non sa dare una spiegazione razionale.

Penso anch'io che John non abbia coscienza della propria "condizione" e che la confonda con uno "stato di grazia", una sorta di elezione da parte dell'isola. Tuttavia penso che ci siano sufficienti spunti per parlare di reincarnazione e, casualmente, sono tutti collegati a John. :scrn:


"Un tempo, quando uno aveva un segreto da nascondere, andava in un bosco. Faceva un buco in un tronco e sussurrava lì il suo segreto. Poi richiudeva il buco con del fango, così il segreto sarebbe rimasto sigillato per l’eternità..."
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: lun lug 13, 2009 8:18 pm 
Tecnico Dharma
Tecnico Dharma
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab feb 23, 2008 12:16 am
Messaggi: 624
Località: Succo d'arancia che viaggia nel tempo
i'm a: Boy
WongKarWai ha scritto

E se il coltesso appartenesse alla Nemesi ed il piccolo John lo avesse riconosciuto come proprio, in quanto reincarnazione della Nemesi in questa vita? :shock:



Direi che la tua teoria è molto interessante. Sappiamo da subito che LOST è in sintonia con l'Isola. Tra i due si crea subito un legame fortissimo. In più il disegno sul muro che vediamo nella quarta stagione è sicuramente un elemento importantissimo per farci capire che il personaggio di Locke è veramente speciale e che ha qualche importante legame con l'Isola.


That's what she said
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x15 - 1x16 - 1x17 - 1x18
MessaggioInviato: mar lug 14, 2009 12:28 am 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
WongKarWai ha scritto
Nel commento audio dell’episodio 3x13 (cofanetto DVD della terza stagione) Richard Alpert è descritto come una sorta di Panchen Lama. "Il suo compito, molto delicato, è quello di trovare e selezionare un leader. Si può fare un parallelismo tra la sua mansione e l’incarico del Panchen Lama, che deve scegliere il Dalai Lama".
Il Panchen Lama ha un ruolo fondamentale nel riconoscere la reincarnazione del Dalai Lama. Il bambino prescelto viene sottoposto ad una prova volta ad appurare se abbia eventuali "ricordi" delle sue vite precedenti. Gli vengono posti dinnanzi alcuni oggetti e il bambino deve riconoscere senza esitazione quelli appartenuti al suo predecessore.

Episodio 4x11. Richard fa visita al piccolo John per sottoporlo ad un test, e nota un disegno nella stanza: un uomo a terra accanto a quella che potrebbe essere una colonna di fumo nero. È un disegno di John. Richard gli mette davanti una serie di oggetti: un guantone da baseball, un libro intitolato "Book of Laws", una boccetta contenente della sabbia, una bussola, un fumetto della serie "Mistery Tales" ed un coltello.


Richard invita John ad osservare gli oggetti e dirgli quali, tra questi, gli sembrano più familiari, come se gli appartenessero. John prende la boccetta con la sabbia e la bussola. Richard dapprima sembra compiaciuto. Poi, vedendolo afferrare il coltello, mostra un forte disappunto e se ne va deluso per non aver notato niente di speciale nel ragazzo.

E se il coltesso appartenesse alla Nemesi ed il piccolo John lo avesse riconosciuto come proprio, in quanto reincarnazione della Nemesi in questa vita? :shock:


Qualche settimana addietro ho rivisto Kundun di Martin Scorsese è ho trovato sorprendenti le analogie tra la tecnica usata per riconoscere la reincarnazione del Dalai Lama e l'episodio di Locke bambino. Ricordo anche che mi son detto: "questo merita un approfondimento!"; poi, al Santa Rosa mi danno sempre quelle pillole e... me ne sono scordato. :udiu:

In ogni caso l'idea della reincarnazione mi pare promettente, ma l'unico decesso - in caso di loop - potrebbe essere solo quello di Jacob e, in questo caso a me non tornano più i conti. A meno che Jacob/Nemesi non siano due parti di un unicum!

-"No, ...No, ... Ancora quelle pillole, ... ma devo proprio prenderle anche 'stasera?"

Devo andare altrimenti l'infermiera si arrabbia!

:ciao:
Deep...
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 34 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Dharma Beer  SOLO-LOST.NET non e' in alcun modo ufficialmente collegato o affiliato ai creatori del telefilm Lost e alla Abc  
 Questo forum utilizza la Creative Commons License  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO. Sniper_Blue style for phpBB3 RC1 by Sniper_E
Google