SOLO-LOST.NET
Forum dedicato alla serie TV Lost
* Login   * Iscriviti

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: gio giu 04, 2009 11:46 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
Data programmazione su solo-lost: venerdì 05 giugno 2009

1x03 - "Tabula Rasa"


Trailer:



"Tabula rasa" è il terzo episodio della prima stagione di Lost. Mentre il gruppo che ha scoperto il segnale in francese torna dalle montagne, cominciano a crearsi dissapori fra i sopravvissuti. Alla spiaggia, intanto, Jack comincia a diventare sospettoso nei confronti di Kate, la fuggitiva che lo sceriffo stava scortando negli Stati Uniti.


Titolo originale: Tabula Rasa
Diretto da: Jack Bender
Scritto da: Damon Lindelof
Episodio dedicato a: Kate

Guest Star: Fredric Lehne (Marshal), Nick Tate (Ray), Daniel A. Ortiz (passeggero).

Prima TV USA (ABC): 6 ottobre 2004
Prima TV Italia (Fox): 29 marzo 2005
Prima TV RaiDue: 6 marzo 2006

Giorni sull'isola: 2° - 4°

1x04 - "La Caccia"


Trailer:



"La caccia" è il quarto episodio della prima stagione di Lost. Non appena il cibo inizia a scarseggiare Locke suggerisce di sopravvivere cibandosi dei cinghiali che vivono all'interno dell'Isola. Nel frattempo gli altri sopravvissuti prendono una decisione riguardo ai corpi che ancora si trovano nella fusoliera.


Titolo originale: Walkabout
Diretto da: Jack Bender
Scritto da: David Fury
Episodio dedicato a: Locke

Guest Star: L. Scott Caldwell (Rose), Meilinda Soerjoko (Chrissy), John Simon Jones (agente di viaggi), Billy Ray Gallion (Randy), Stephen J. Rafferty (Warren), John Tery (Dr. Christian Shephard).

Prima TV USA (ABC): 13 ottobre 2004
Prima TV Italia (Fox): 5 aprile 2005
Prima TV RaiDue: 13 marzo 2006

Giorni sull'isola: 4° - 5°

Curiosità: "walkabout" è un termine australiano comunemente usato per indicare un rito di passaggio usato dagli aborigeni all'età di tredici anni, che consiste nel restare da soli nel deserto per alcuni mesi. In questo episodio Locke tenta infatti di fare una cosa simile, ma nella giungla e in poco tempo.


1x05 - "Il Coniglio Bianco"


Trailer:



"Il coniglio bianco" è il quinto episodio della Prima stagione di Lost. Mentre i sopravvissuti si accorgono che l'acqua inizia a scarseggiare. qualcuno ruba e nasconde tutta quella rimasta. Nel frattempo Jack vede nella giungla la figura di suo padre morto. Memorabile il discorso finale di Jack, che prende in mano la situazione che era sul punto di degenerare in una lite furibonda contro Boone.


Titolo originale: White Rabbit
Diretto da: Kevin Hooks
Scritto da: Christian Taylor
Episodio dedicato a: Jack


Guest Star: John Terry (Dr. Christian Shephard), Andy Trask (manager dell'hotel), Meilinda Soerjoko (Chrissy), Veronica Hamel (Margo), John O'Hara (Jack da giovane), Sev Palmer (Meathead), Geoff Heise (dottore).

Prima TV USA (ABC): 20 ottobre 2004
Prima TV Italia (Fox): 12 aprile 2005
Prima TV RaiDue: 13 marzo 2006

Giorni sull'isola: 6°


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 4:26 pm 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven mag 15, 2009 1:38 am
Messaggi: 36
Bellissimi questi tre episodi dove si scopre di più sui personaggi.. e dove comprendono che lasciare l'isola non sarà facile..Si delineano anche altri personaggi che saranno fondamentali per la serie, come Locke e Kate..e a mio parere si rafforza l'idea del possibile dejavu nella 6 serie..che però credo si avrà solo nelle ultime puntate..

Belli belli belli :bye1:
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 5:14 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar mar 04, 2008 7:02 pm
Messaggi: 175
Due considerazioni per cominciare:

1) Kate che dice a quelli che sono andati con lei a cercare di far funzionare la ricetrasmittente "allora mentiremo"... mi sembrava di sentire gli Oceanic 6

2) Lock dove ha imparato a cacciare e tutto quello che sa sulla sopravvivenza? non è che c'è gia un po' di "Nero" in lui?
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 7:11 pm 
A Othersville
A Othersville
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar lug 29, 2008 12:15 pm
Messaggi: 938
Località: sicilia
i'm a: Boy
Ho visto Tabula Rasa... puntata che non mi ha appassionato tanto però ho appuntato 5 cose:

1. Gia nel previously of Lost gli autori inseriscono il discorso di Locke della prima puntata riguardo il backgammon...secondo me per farci capire che è un discorso fondamentale nell'economia di Lost
2. Lo sceriffo,in fin di vita, chiede a Kate quale favore voleva che gli facesse e lei risponde che voleva solo che i soldi andassero all'anziano che l'ha ospitata: a me ha dato l'impressione di una balla...a voi no?
3. Sempre nello stesso contesto, lo sceriffo chiede a kate se morirà e lei, quasi consapevole al 100% gli dice di si...ora voi mi direte: "era in fin di vita era ovvio che stava morendo!", ma alla luce della 5a stagione e avendo compreso che la vita e la morte vengono trattate con molta cura dagli autori, puo' essere interpretata in un altro modo questa convinzione di Kate?
4. Stesso discorso per il: "siamo morti tutti 3giorni fa" di Jack...frase messa così a caso dagli autori?
5. Charlie alla fine scrive LATE (tardi): riferito ai soccorsi che tardano ad arrivare o a cos'altro?
c'è anche un 6. La faccia di Locke a fine puntata... mi sa che gli autori ci vogliano fare capire qualcosa...o no? poi è un caso che locke guarda vincent? e se ci fosse stato un passaggio di Nero da Vincent a Locke tipo tramite lo sguardo??

Ok, di cavolate ne ho sparate abbastanza posso anche andarmene!!


Immagine


I LOVE LOST
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 8:45 pm 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom set 02, 2007 1:25 pm
Messaggi: 3173
i'm a: Boy
** Jack Shepard ** ha scritto
c'è anche un 6. La faccia di Locke a fine puntata... mi sa che gli autori ci vogliano fare capire qualcosa...o no? poi è un caso che locke guarda vincent? e se ci fosse stato un passaggio di Nero da Vincent a Locke tipo tramite lo sguardo??

Ok, di cavolate ne ho sparate abbastanza posso anche andarmene!!

Mi sa che vedi troppo LOST... :XD: :;)2:


"Non ditemi che non lo posso fare!"

Immagine

Ille qui nos omnes servabit
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 9:05 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom feb 08, 2009 1:52 pm
Messaggi: 146
Località: Milano
i'm a: Boy
Tabula rasa.

La chiusura dell’episodio è uno dei brani che amo molto. La morte dello sceriffo è un evento catartico che pare far prendere realmente coscienza della situazione e aprire la strada alla costruzione di una sorta di solidarietà meccanica. Jack e Kate si confrontano per la prima volta con la verità: “I want to tell you what I did”, dice Kate, ma Jack ancora amareggiato per aver dovuto tradire il giuramento di Ippocrate risponde che non vuole sapere. “Three days ago, we all died”, “…we should all be able to start over”… Un piccolo intermezzo di imbarazzo reciproco e poi la musica. Hurley sta ascoltando un CD e svuota la scarpa, la musica è dolce e tutto sembra ricomporsi, … rinascere, Lost sta iniziando, lo spettatore straniato viene travolto da un’onda emotiva che lo risucchia in una dolce culla, uno stato meraviglioso di riconciliazione, le spigolose avversità si allentano per un momento e trionfa la dolcezza dei fatti semplici: Jin accarezza il volto di Sun; Boone regala un paio di occhiali “fashion” a Shannon; Sayd lancia un mango a Sawyer; Charlie cambia “Fate” in “Late”; Claire si accarezza il pancione; Michael riporta a Vincent a Walt e c’è il primo scambio che sottende un’intesa tra padre e figlio. La camera si muove e si rivolge a Locke, prima di spalle poi ruota attorno al viso, come avrebbe fatto Sergio Leone e il primo piano di un volto sfigurato coincide con la dissolvenza del brano musicale e l’ammonizione: lo straniamento ricomincia!
…Lost

Walkabout.

Secondo occhio che si apre dopo quello di Jack, o sbaglio? Si tratta di Locke, l’occhio si apre e comincia la storia, inizia la vita: una nuova “finestra” si apre nello spazio narrativo, un nuovo universo comincia a delinearsi. Ora tocca a Locke! La sua vita mediocre, da “buon uomo” che cerca una via, un nuovo orizzonte per evolvere e cambiare. Le sue frustrazioni compensate con una vita parallela, fantastica. L’aspirazione per il walkabout e la frustrazione della paraplegia. Il momento più toccante: la cerimonia, fatta di semplici informazioni: passaporti, scontrini di noleggio di film, informazioni sparse, …frammenti. Il momento più inquietante, lo ricordo, per come l’ho vissuto la prima volta: “Come fa quell’uomo paraplegico ad alzarsi sulle sue gambe, tremante e incredulo. Attorno a lui il disastro, la tragedia della morte e lui torna a camminare come un miracolato”. Mi è venuta in mente la Peste di Albert Camus. In un passo, Bernard Rieux, il medico, si chiede come sia possibile che la malattia, a volte, risparmi i più deboli e prenda quelli in salute (l’assurdo). C’è tutto quello sgomento nell’atto di Locke. E’ sconvolto, qualcosa che supera la sua capacità intellettuale lo sta travolgendo, comincia la sua epica: è “redivivo” per la prima volta! Un flash, come per Jack, e superato lo stordimento, attonito, si rende conto di ciò che ha attorno: quel luogo o chi sa cos’altro gli ha restituito, in sol colpo, la motilità e …forse anche il walkabout perduto.
…Lost

White Rabbit.

Di nuovo l’occhio di Jack, ma è un bambino - flash back - si apre il dilemma: può Jack sentirsi leader? Il padre saturniano (quanto mi piace questa definizione sintetica, grazie melusina!) lo sconsiglia caldamente; vuole proteggerlo dalle delusioni ulceranti della vita e mentre lo “protegge”, lo divora, tentando di castrarlo (in senso metaforico, ovviamente, …un po’ troppo freudiano, eh?). Si sveglia dal “dream-back” e fallisce insistendo per salvare la persona sbagliata, lasciando morire la vera vittima. “There’s someone else still out there”. Altro che sensi di colpa! Gli Autori mettono un macigno sulle spalle di Jack, che nemmeno Sisifo potrebbe sopportare, proprio quel Sisifo che secondo Camus è felice solo quando vede il masso rotolare dalla collina su cui è eternamente condannato a sospingerlo (metafora dell’esistenza umana). Però funziona, perché riesce a portarci nell’universo colpevole di Jack, apre, in modo magistrale, le porte della complessità del personaggio, consente di sbirciare, in modo crudele, nella sua intimità. In particolare ci racconta qualcosa sul rapporto con il padre saturniano e sul suo rapporto colpevole con se stesso, qualcosa sul suo dialogo interiore: “Jack, you tried” dice Kate “No, I didn’t” risponde Jack. “I didn’t try”, “I decided not to go after her” …e lui compare, algido, immobile tra i flutti, col suo vestito funerario. Un vero incubo! Devo ammettere che qui ho avuto un vero soprassalto emotivo, mi sono reso conto, per la prima volta, che Lost aveva un passo superiore, più alto. Quanto stavo osservando, sfidava la logica, la fisica, persino la metafisica e mi stava trascinando in un mondo da cui non mi sarei più liberato. Per passare a cose più amene, la parte dell’episodio che ho molto apprezzato è quella tutta femminile di Kate e Claire che cominciano a conoscersi selezionando il vestiario: è dolcissima! Pare di aprire una porta preclusa a noi maschietti. Un’intimità femminile che ho ritrovato solo in un film come “Caramel” uno spendido affresco femminile ambientato in Libano (se non erro). Credo che sia il momento in cui Kate e Claire si uniscono, il prodromo del parto di Aaron. Tutto comincia con una spazzola per capelli ma poi assumerà un valore molto più profondo. E poi, è bello scoprire, durante la selezione di abiti “pratici” e “non pratici”, che Kate è una gemelli, ci sta, …si, …ci sta! “Restless. Passionate.” Altro momento toccante: Charlie e Hugo che insistono con Jack, chiedendogli di rispondere alla loro ansia di avere un leader e per Jack si apre il dilemma. Boone insiste, in modo infantile, chiedendo una spiegazione, ma la “presenza” è ancora la’, immobile, con le braccia lungo i fianchi, e lo invita, …lo invita a seguirla. E comincia il percorso di trasformazione, che renderà Jack un leader. Riesce quasi a toccarlo, una prova di esistenza, ma quando la figura del padre si volta e lo guarda, si paralizza per il terrore: lui ha visto quell’uomo in un sacco per cadaveri in un obitorio di Sidney! Ma la sua colpa, per aver favorito la morte del padre (un passo che ancora mi riporta a Freud), anche se naturale o ammissibile è sconvolgente e lo trascina in un “viaggio” di trasmutazione da cui Jack risorgerà come leader, ma costituirà anche l’inizio della frantumazione delle sue certezze, quanto, insomma, lo porterà ad essere, contro la sua natura, un uomo di fede. Paradossalmente Jack è condannato a tradire se stesso, ad ammettere, in ultima analisi, che le sue certezze si sono sgretolate di fronte ad un evidenza empirica che lo intrappolerà. Quindi è proprio la sua natura di scienziato che lo porta in trappola: l’evidenza materica (anche se solo apparente) è incontestabile e lui, col tempo, cambierà sino a divenire “un fedele”. Sono le “prove” che lo allontaneranno dalla sua natura e questa è solo la prima esperienza concreta, almeno a livello percettivo. Chi lo salva da una morte quasi certa? Locke, il suo alter ego, il miracolato, colui che non si pone domande razionali e trova risposte irrazionali, non meno significative di quelle scientifiche, ma legate ad una conoscenza ancestrale, quasi sciamanica. Locke ha fiducia nel senso delle cose del mondo, Jack, vive pensando e cercando razionalmente di spiegare il senso del suo essere nel mondo. Appena salvato dal baratro, John si accascia e si riposa, Jack scoppia a ridere, un motto di spirito, un sobbalzo dell’inconscio, che gli permette di rispondere con il cinismo a quanto è appena accaduto. Intanto, al campo, la crisi cresce e manca l’acqua. Tutto rafforza la necessità di qualcuno che sappia trarre i più dall’impaccio in cui si trovano. Sul braccio di Charlie trionfa il motto tatuato: “Living is easy with eyes closed.” È incredibile la quantità di informazioni pertinenti e coerenti che vengono presentate con apparente leggerezza! Il dialogo tra Jack e Locke è superbo. Jack asserisce che sta impazzendo e Locke gli risponde, con grande profondità, che le persone che impazziscono, sono convinte di essere sane. Splendido! L’uomo “della strada” offre un grande insegnamento ad un intellettuale, lo supera con la sua disarmante normalità. Le parole di John: “I’m an ordinary man, Jack. Meat and potatoes. I live in the real world. Not a big believer in …magic. But this place… is different. It’s special. The others don’t want to talk about it because it scares them. But we all know it. We all feel it. Is your White Rabbit a hallucination? Probably. But… what if everything that happened here, happened for a reason? What if this person that you’re chasing is really here? …I’ve looked into the eye of this island. And what I saw… was beautiful.” Lo sguardo di Jack dopo queste parole è semplicemente sconcertante, sta lentamente scivolando nella tana del bianconiglio! Che meraviglia! Le ultime parole di Locke gli spiegano semplicemente che un leader non può guidare nessuno se non sa dove sta andando. Jack cade nel tunnel del bianconiglio e attende e presto “la via” sarà chiara, ma non priva di ostacoli. Lo porterà ad accettare il suo ruolo e a pronunciare il manifesto della loro condizione, la loro “dichiarazione di indipendenza” rispetto alle ostilità del nuovo mondo che li circonda, che si riassume nel concetto di vivere insieme per non morire soli. Un motto credibile che fonderà il principio costituente della loro comunità di intenti .

“Because I need it to be done.”
“I need it to be over.”
“I just… I need to bury my father.”

“…every man for himself is not gonna work.”
“…but if we can’t leave together…”
“…we’re gonna die alone.”

…Lost

:ciao:
Deep...
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 10:12 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio gen 10, 2008 11:46 pm
Messaggi: 184
i'm a: Girl
Jordi75 ha scritto
Due considerazioni per cominciare:
2) Lock dove ha imparato a cacciare e tutto quello che sa sulla sopravvivenza? non è che c'è gia un po' di "Nero" in lui?


Beh avrà letto dei manuali :ble:


Cita
4. Stesso discorso per il: "siamo morti tutti 3giorni fa" di Jack...frase messa così a caso dagli autori?


:scrn: può far riflette perchè loro per il mondo esterno sono veramente "morti 3 giorni fa"

Ho visto Tabula Rasa. Puntata abbastanza soft, ci presenta un altro personaggio, Kate...
Avete notato che , a fine episodio, quando inquadrano Loche cambia motivo??! Sarà una casualità?


"Messaggio per gli Altri! Mi ricevete Altri?Se mi state ascoltando,voglio che sappiate che vi abbiamo sconfitti , brutte carogne! E almeno che non vogliate saltare in aria Vi conviene stare alla larga dalla nostra spiaggia" Hurley
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: ven giu 05, 2009 11:13 pm 
Tecnico Dharma
Tecnico Dharma
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab feb 23, 2008 12:16 am
Messaggi: 624
Località: Succo d'arancia che viaggia nel tempo
i'm a: Boy
Le tre puntate di questa settimana sono sicuramente eccezionali. Magari vederle adesso, dopo stagioni ad alto ritmo come la quarta e la quinta, può far sfuggire la magia che ha caratterizzato la prima serie formata da mistero, redenzione e filosofia.

TABULA RASA - 1x03

Sull'Isola veniamo a conoscenza di chi è il fuggitivo a cui appartenevano le manette e che si trovava sul volo 815 per essere riportato negli Stati Uniti.
Ovviamente sto parlando di Kate a cui è dedicata questa puntata.

Nel flashback scopriamo che è andata in Australia nella speranza di trovare rifugio dallo sceriffo.

Quest'ultimo lo ritroviamo sulla spiaggia, in fin di vita, ormai prossimo alla morte.

Kate dimostra in entrambi i casi di non essere "realmente" una criminale. I suoi errori sono stati commessi dalla sua insicurezza, l'incapacità di restare in un posto a lungo. Vuole essere sicura che lo sceriffo non soffra, e sembra quasi presa da una cronica sindrome di Stoccolma. Sente sempre il bisogno di aiutare la gente, anche chi magari non è stato corretto nei suoi confronti.

Al termine dell'episodio viene fuori uno dei concetti più importanti della serie. Quando Kate sta per rivelare ciò che ha fatto Jack dice che non vuole saperlo. "Three days ago, we all died". Tutti hanno l'opportunità di iniziare una nuova vita sull'Isola. Insomma Tabula Rasa. I personaggi sono come dei fogli bianchi che devono essere riempiti. Tutto da capo insomma, un concetto nato dalla mente geniale del filosofo inglese John Locke, che non a caso è il nome di uno dei personaggi che più sostiene questo concetto nella serie.


WALKABOUT - 1x04

Grandissima puntata. Una delle mie preferite della prima stagione. Durante la lunga serie di flashback ci viene sempre lasciato qualche piccolo indizio per farci capire che Locke è paralizzato dalla vita in giù. Il riferimento all'uomo che scalò l'Everest nonostante entrambe le gambe gli fossero state amputate.
Ammetto di essermi commosso quando ho visto Locke sulla sedia a rotelle. "Don't ever tell me what I can't do". John crede nel destino. Sente di essere speciale. Ha creduto alle parole di Abbadon. E' pronto. Ma nessuno gli dà ascolto.

L'Isola però ha in serbo per lui grandi cose. Lo tratta da privilegiato. Lo cura. Ed entra subito in sintonia con lui. Il mostro non lo uccide, gli mostra cos'è veramente questo posto magico e unico, e quello che vede è bellissimo.

Intanto Jack vede qualcosa tra i cespugli.


WHITE RABBIT - 1x05

Jack è sommerso da responsabilità. Tutti si rivolgono a lui per ogni problema, ma il nostro caro dottore non si sente pronto, perché è cresciuto con l'ombra del padre lo ha sempre sommerso di frasi in cui gli faceva capire come lui non sarebbe mai stato in grado di essere un leader, di prendere decisioni.

Una puntata fantastica, che cita "Alice Nel Paese Delle Meraviglie".

Jack insegue il suo coniglio bianco, il padre, che lo porterà ad una grotta, dove più tardi i losties si rifugeranno. Locke lo aiuta, lo spinge, in una bellissima scena, a seguire ciò che ha visto. L'Isola è un posto diverso dagli altri. Tutto quello che accade, accade per un motivo, e il dottore si renderà conto che lui qui può essere veramente un leader, la gente ha bisogno di lui.
"Live together, die alone". Con questa frase conquista i sopravvissuti e gli spettatori.



In LOST nulla accade per caso. Ogni piccolo elemento, riferimento inserito dagli autori ha una sua motivazione, che ci aiuta a comprendere al meglio la mitologia di questa opera d'arte.


That's what she said
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: sab giu 06, 2009 3:47 am 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Non connesso

Iscritto il: gio mag 07, 2009 12:30 am
Messaggi: 29
i'm a: Girl
ho appena visto "tabula rasa"....che spettacolo questa puntata..con un finale strepitoso....quella prima presa di coscienza....l'isola appare per la prima volta quello che è realmente,un mondo nel quale rinnovarsi...nel quale lasciarsi alle spalle tutto quello che è successo in passato....una possibilità di riscattarsi,di prendersi la rivincità sul "destino"....e guardare con altri occhi....e le parole di Jack..."dobbiamo ricominciare tutto daccapo"...sono quasi profetiche...e ti fanno scivolare giù in un vortice di flashback.....quante domande!!....è in questo momento,attraverso questa scoperta collettiva che nasce il "gruppo"...la "comunità"...ed è stupenda la panoramica finale sui nostri personaggi che ritrovano un primo sorriso,una prima sensazione di intimo,di "casa"...........e su tutti !!!......john Locke...e il suo sguardo così misterioso.....è già il leader....

...mi ha emozionata...ancora una volta...
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Episodi 1x03 - 1x04 - 1x05
MessaggioInviato: sab giu 06, 2009 9:40 am 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: lun apr 20, 2009 7:31 pm
Messaggi: 168
Località: Nemesi telefono casa...
i'm a: Boy
Episodio 1x04 "Walkabout"

Immagine

Jack [rivolgendosi a Locke] - I casi sono due: buona mira o pessima mira! :XD: :XD: :XD:


Ha inizio il viaggio rituale di John alla scoperta di sé. Locke si addentra nel cuore della giungla a caccia di cinghiali, portando con sé solo un coltello ed il proprio ingegno. Dapprima si sentono i versi di un cinghiale nelle vicinanze. Poi i versi diventano grida agonizzanti, inghiottite dal rumore assordante prodotto da quello che sappiamo essere il Fumo Nero. Non vediamo cosa succede realmente ed ogni interpretazione è lecita fino a prova contraria. Forse è il Fumo Nero ad uccidere il cinghiale e ad offrirlo in dono al cacciatore. Come una moderna "Potnia Theron" o "Signora degli animali" – figura frequente nelle più antiche civiltà di cacciatori - la nuvola di fumo nero non solo concede la selvaggina al cacciatore, decretando il successo della caccia, ma la uccide materialmente per lui e gliela offre in dono. Locke entra da subito, e in modo del tutto inaspettato, in comunione con l’isola. È possibile che il Fumo Nero, affacciandosi dalle fronde degli alberi e avvicinandosi lentamente a John, abbia infine deposto ai suoi piedi la carcassa del cinghiale ormai morto, schizzando, volontariamente o meno, il volto dell’uomo con il sangue dell’animale. Così come è possibile che lo stesso John abbia pensato di dare un tocco di realismo al tutto, al fine di rendere più credibile la sua impresa agli occhi degli altri.

Immagine

Jack vede il padre ai margini della giungla e lo insegue. Improvvisamente Locke emerge dalla boscaglia, con il volto e le braccia coperte di sangue non suo, trascinando la carcassa della preda. Più tardi dice a Michael di non essere riuscito a vedere "il Mostro" e accetta i complimenti per la riuscita dell’impresa con una smorfia, senza aggiungere una parola. Sappiamo che non è vero: John dice a Jack di aver guardato negli occhi l'isola e che quello che ha visto "è bellissimo". Nell’episodio 3x05 confida a Mr. Eko di aver visto "il Mostro" e ricorda di aver fissato una luce intensa e bellissima. Eko risponde che quello non è ciò che ha visto lui. Che cosa ha visto realmente John?

Episodio 1x05 "White Rabbit"

Immagine

Jack vede il padre sulla riva del mare. Se diamo per buono che "il Mostro" abbia un raggio d'azione limitato alla giungla, dobbiamo scartare l'ipotesi che Christian possa essere il Fumo Nero.

Immagine

Jack vede il padre. Stavolta lo insegue addentrandosi nella giungla. È nuovamente Locke a sbucare dal nulla salvando Jack da una situazione potenzialmente mortale. Il dialogo tra i due è di fondamentale importanza per le sorti di tutti, e lo riporto integralmente, sotto spoiler, nella versione italiana.



Jack rimane da solo e riflette sul suo rapporto con il padre. Più tardi sente un rumore alle spalle. Cubetti di ghiaccio in un bicchiere. È lo stesso rumore che sentiamo nel corso della conversazione del piccolo Jack con il padre. L’incontro con Christian ha tre conseguenze importanti: Jack trova le grotte, un rifugio naturale per la sua gente; Trova la sorgente d’acqua; Trova la bara vuota.
Nei due episodi – per me - centrali della prima stagione, l’isola (o chi per essa) garantisce la sopravvivenza del gruppo tribale offrendo cibo (il Fumo Nero uccide il cinghiale e lo offre a Locke) e acqua (Christian conduce il figlio alla sorgente d’acqua nelle grotte). John scruta nell’abisso e si convince di essere un predestinato. Jack dimostra a se stesso e agli altri di poter essere un leader. Il battesimo dei due eroi è compiuto. :bye1:


"Un tempo, quando uno aveva un segreto da nascondere, andava in un bosco. Faceva un buco in un tronco e sussurrava lì il suo segreto. Poi richiudeva il buco con del fango, così il segreto sarebbe rimasto sigillato per l’eternità..."
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Dharma Beer  SOLO-LOST.NET non e' in alcun modo ufficialmente collegato o affiliato ai creatori del telefilm Lost e alla Abc  
 Questo forum utilizza la Creative Commons License  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO. Sniper_Blue style for phpBB3 RC1 by Sniper_E
Google