SOLO-LOST.NET
Forum dedicato alla serie TV Lost
* Login   * Iscriviti

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Trilogia della Fondazione di Asimov al cinema...
MessaggioInviato: lun mar 09, 2009 12:56 pm 
Superstite
Superstite
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven feb 06, 2009 1:08 pm
Messaggi: 189
i'm a: Boy
Cita
Quando Bob Shaye e Michael Lynne hanno lasciato la New Line Cinema, hanno promesso di aprire una nuova casa di produzione. E l'hanno fatto: si chiama Unique Features e dovrebbe produrre due-tre film l'anno.
Ma qualche settimana dopo aver fondato lo studio, i due hanno annunciato un primo, ambizioso progetto: si tratta dell'adattamento della Trilogia della Fondazione, un ciclo di romanzi fantascientifici pubblicati nel 1951 da Isaac Asimov. Per ora i due adatteranno il primo romanzo, e nel caso si riveli un successo lanceranno gli altri due film.
Non è la prima volta che si parla di adattare la Fondazione, ma a causa della complessità e della difficoltà del progetto nessun film ha mai visto la luce. Ma i due produttori conoscono sfide di questo tipo, avendo realizzato nientemeno che Il Signore degli Anelli, e quindi ci si aspetta che riescano nell'intento. Nel caso il film abbia successo, sarebbe un ottimo battesimo per la neonata Unique Features.

fonte firstshowing

Cita
A sorpresa la Columbia Pictures/Sony si è aggiudicata i diritti di produzione dell'adattamento cinematografico della Trilogia della Fondazione, che alcuni mesi fa i produttori della Unique Features Bob Shaye e Michael Lynne (EX-New Line Cinema) avevano proposto alla Warner Bros (dopo che per anni il progetto era stato nelle mani della Fox - ehi, non vi ricorda qualcosa?) la quale si è vista ora sottrarre sotto il naso l'affare da Matt Tolmach, presidente della Columbia.
A dirigere è stato subito messo l'attuale pupillo della Sony, Roland Emmerich, regista che già ha avuto a che fare con i film fantascientifici (Indipendence Day e l'atteso 2012) e che ci sa fare con gli effetti visivi. La major ora svilupperà un film che possibilmente verrà seguito dagli altri due episodi della trilogia. Non sono state ancora diffuse date, ma Emmerich non potrà lavorarci prima della metà del 2009.

fonte Variety

Breve riassunto del primo romanzo (Wikipedia):
Cita
Hari Seldon, primo e più grande psicostoriografo dell'Impero Galattico, utilizzando complesse equazioni matematiche da lui inventate e raccolte in una scienza definita "psicostoriografia" (o "psicostoria" a seconda della traduzione), arriva alla conclusione che l'Impero Galattico sta decadendo e che prima della ricostituzione di un nuovo ordinamento galattico che possa assicurare pace e tranquillità, dovranno passare 30.000 anni di anarchia e barbarie. Nel tentativo di ridurre questo periodo di caos ad appena mille anni, Seldon, che nel frattempo ha acquistato potere e popolarità nella capitale dell'Impero, utilizzando la psicostoriografia spinge gli eventi per inviare su Terminus, pianeta nella periferia della galassia, una comunità di scienziati, che ufficialmente avranno l'incarico di creare una Enciclopedia Galattica, monumentale opera che dovrà mantenere intatto il sapere tecnologico e scientifico per le generazioni a venire; in realtà questa fondazione di scienziati, che si troverà a dover superare una serie di Crisi Seldon, ovvero momenti di crisi previste anni o addirittura secoli prima da Hari Seldon grazie alla psicostoriografia, è destinata secondo il "piano Seldon" a diventare il nucleo del nuovo Impero Galattico che dovrebbe sorgere nell'arco dei mille anni successivi. In questo primo capitolo veniamo a conoscenza dei due personaggi che, assieme ad Hari Seldon, entreranno nella leggenda della Fondazione: il sindaco di Terminus Salvor Hardin, che saprà risolvere la prima Crisi Seldon utilizzando le sottili armi della diplomazia e della politica interplanetaria, ed Hober Mallow, definito "il principe dei mercanti", il quale dovrà affrontare la [seconda] terza Crisi Seldon, che questa volta andrà a coinvolgere il mondo del mercato intergalattico.
Già a partire da questo primo episodio Isaac Asimov ci mostra una fantascienza diversa da quella a cui siamo oggi abituati: una fantascienza senza alieni, senza epiche battaglie intergalattiche, senza misteriose forze sovrannaturali. Ognuna delle numerose avventure che vedranno protagonista la Fondazione toccherà problemi assolutamente conosciuti anche alla nostra realtà quotidiana: religione, mercato, politica, diplomazia sono i temi che Asimov utilizza per dipingere il futuro della storia dell'umanità.


Premetto che Asimov è tra le cose che mi hanno cambiato culturalmente.

Se leggete il romanzo capirete da soli che farne un film che duri 2 ore è assolutamente impossibile. Impossibile poi soprattutto adattarlo ai gusti del pubblico medio.
E' una fantascienza dove le guerre si evitano grazie all'intelletto dei personaggi. Non sono storie semplici fiabesche, ma è l'umanità che lotta per sopravvivere in millenni di barbarie e ci prova con la ragione, l'intelletto e la scienza; non col fucile.
Per non dire che il primo romanzo è diviso in 5 capitoli che nella storia distano secoli uno dall'altro. Come si può in un film con durata mediamente normale infilare 3 Crisi Seldon senza sfociare nel ridicolo e nella mutilazione di scene? E senza mettere guerre che fomentano tanto i giovani (dato che lo scopo dei romanzi è proprio evitare le guerre).

Il progetto è difficile, io amo il romanzo e so già che non verrà bene, ma spero che almeno il clima che si respirava nel romanzo venga mantenuto anche su pellicola (assai difficile sì, ma si spera).

Voi che pensate?


Immagine

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Trilogia della Fondazione di Asimov al cinema...
MessaggioInviato: lun mar 09, 2009 5:50 pm 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: lun mar 10, 2008 8:07 pm
Messaggi: 1225
Località: Kansas City
i'm a: Boy
Ci hanno già provato con la saga di Dune e, nonostante il regista fosse David Lynch, non sono riusciti minimamente a rendere l'idea della saga di Arrakis. Ciò non toglie che il film Dune, di per sé, sia un piccolo capolavoro, ma la saga è un'altra cosa. Sarà lo stesso con Fondazione: vedremo...


Immagine
Qua è tutto un magna magna!
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Dharma Beer  SOLO-LOST.NET non e' in alcun modo ufficialmente collegato o affiliato ai creatori del telefilm Lost e alla Abc  
 Questo forum utilizza la Creative Commons License  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO. Sniper_Blue style for phpBB3 RC1 by Sniper_E
Google