SOLO-LOST.NET
Forum dedicato alla serie TV Lost
* Login   * Iscriviti

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer ott 22, 2008 7:02 pm 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab ago 18, 2007 8:13 pm
Messaggi: 3962
Località: Davanti al Computer.
i'm a: Boy
Star Trek presentato a Roma

Occasione ghiotta quella che la Universal ci propone per il 14 novembre. Infatti, in quella data, JJ Abrams, storico produttore di Alias, Lost e Cloverfield, nonché regista di Mission Impossible 3, porterà a Roma alcune scene di Star Trek. Già di per sé, è un buon segnale, considerando che per ora il film ha fatto molto discutere per il suo budget importante (150 milioni, forse oltre), mentre in questo modo speriamo di poterne capire qualcosa in più e avere un'idea più completa di quello che vedremo a maggio 2009.

Fonte Badtaste.it


Notizia importante anche per noi Lostiani.

Altre immagini da Star TRek

Spock (Zachary Quinto) e Kirk (Chris Pane) sulla copertina di Empire













Il primo full trailer del film uscirà il 14 novembre con Quantum of Solace, il nuovo episodio di James Bond.

Fonte Badtaste.it


Mi chiamo Sayid Jarrah... e sono un Torturatore

Votate i vostri 10 personaggi preferiti di Lost Cliccando qui
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mar apr 28, 2009 10:15 pm 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab ago 18, 2007 8:13 pm
Messaggi: 3962
Località: Davanti al Computer.
i'm a: Boy
FAccio una raccoltà delle news più interessanti su questo film, che è quello che attendo di più in questo 2009. Non vedo l'ora che arrivi l'8 maggio! :woot: :woot: :woot: :woot:

Ma prima delle news ecco dei fantasmagorici trailer per iniziare. :woot:

Trailer in lingua originale ( stratosferico :woot: )


In italiano.


Ecco le news prese da Badtaste.it

Star Trek: un prequel/sequel diverso ma fedele

19 aprile 2009

In una lunga intervista Alex Kurtzman e Roberto Orci parlano della difficoltà di riaggiornare Star Trek in un kolossal moderno, e di quali cambiamenti hanno dovuto fare fare per ottenere questo...



n una lunga intervista a Sci-Fi Wire, gli sceneggiatori di Star Trek Alex Kurtzman e Roberto Orci spiegano che il nuovo film è sia un prequel che un sequel, e nel contempo un riavvio del franchise. Per portare tutto questo in un kolossal moderno e attuale, i due hanno dovuto apportare vari cambiamenti, facendo però moltissima attenzione a rispettare la tradizione della serie. Il segreto è stato concentrarsi nei personaggi principali, e nel cuore della storia.
"Il tono è stata una delle cose principali da considerare nel nostro film," spiega Kurtzman. "Certi elementi sembrano universali, sono presenti in tutte le forme di Star Trek (serie tv, libri e film, ndt), e abbiamo pensato che fosse necessario rappresentarli nella nostra versione. Ad esempio, il concetto che la crew del ponte della Enterprise fosse come una famiglia." Aggiunge Orci: "Non potevamo cambiare i caratteri specifici dei personaggi. Spock doveva essere Spock, Kirk doveva essere Kirk, Bones doveva essere Bones, Uhura Uhura, Scotty Scotty, Chekov Chekov. Il nostro problema è stato quindi pensare come si sarebbero comportati in situazioni inedite."

Più in generale, poi, c'è la tonalità di fondo di Star Trek: "In tutte le sue forme, a parte alcuni punti bui, Star Trek è una visione ottimista del futuro: qualcosa che abbiamo dovuto preservare anche nel nostro film."

Una delle differenze rispetto alle tematiche originali della serie creata da Gene Roddenberry è l'ambientazione: "Nel mondo che abbiamo costruito noi," spiega Orci, "siamo più vicini al mondo attuale rispetto alla società terrestre utopica creata da Roddenberry [e che rendeva necessari gli alieni per creare i conflitti, ndt]. Questo non significa che non sia una società ottimistica, ma non penso che sia così utopica rispetto a quella che vediamo in altre forme di Star Trek. (...) Volevamo che il mondo dove inizia il nostro film - potete vederlo anche in alcuni trailer, dove Kirk guida un'auto - fosse così attuale da farvi credere, per un minuto, che il film sia ambientato al giorno d'oggi. Un mondo molto simile al nostro, quindi, ma che cammina verso quell'utopia."

Parlando dei personaggi, il cambiamento più importante che vedremo nel film riguarderà Kirk: non l'abbiamo mai visto così giovane, come spiega Orci: "La cosa bella di Kirk è che quando lo incontriamo la prima volta nella serie TV è già capitano. E' molto disciplinato, e sapendo che sarebbe andata a finire così abbiamo deciso di mostrare come ci è arrivato. E per fare questo abbiamo dovuto iniziare tutto mostrando il personaggio il più lontano possibile da quello che sarebbe diventato, ovviamente con dei punti in comune con il Kirk che conosciamo tutti: il Kirk che conosciamo è sempre brillante, senza paura, ha sempre avuto dei problemi con l'autorità (a meno che LUI non fosse l'autorità), aveva una libido decisamente sana e un grande senso dell'umorismo: tutti elementi che ritroveremo nel giovane Kirk."

Nel film, poi, vedremo ben due Spock: quello giovane, interpretato da Zachary Quinto, e quello del futuro, interpretato dall'indistruttibile Leonard Nimoy. Kurtzman spiega che nel film si è voluta esplorare maggiormente l'identità di Spock: "La cosa veramente interessante è il conflitto, mai esplorato a fondo, di un personaggio nato tra due mondi [è mezzo umano e mezzo vulcaniano], e diviso tra essi. Un territorio estremamente ricco per un personaggio che non ha ancora accettato quale delle due metà essere, sempre che debba farlo. Il film racconta questo gruppo di persone che diventa, pian piano, il gruppo di persone che conosciamo da decenni. Quindi anche Spock non poteva essere presentato con una completa realizzazione di sé: questo conflitto interiore sembrava ottimo, per cominciare."


J.J.Abrams: Star Trek non sarà per i Trekkie

15 marzo 2009

J.J.Abrams ha iniziato il "tour" di conferenze stampa per promuovere Star Trek in giro per il Mondo, partendo dalla Corea del Sud.



Presentando il film assieme a Chris Pine (James T. Kirk) e Zoe Saldana (Uhura), Abrams ha confermato che il film non è indirizzato tanto ai trekkie, i fan storici della saga, quanto ai neofiti, il che in realtà lo pone su una china un po' più rischiosa (ma potenzialmente ottima per quanto riguarda il riavvio del franchise):


"Abbiamo realizzato questo film non per i Trekkie, ma per i futuri fan di Star Trek. La Paramount voleva dare un nuovo inizio al film, e sebbene inizialmente dovessi essere solo produttore, quando lessi lo script capii il potenziale e le possibilità che il primo film della saga non riuscì a realizzare per via delle tecnologie dell'epoca, così avidamente decisi di dirigerlo da solo."

Chris Pine è, come lo stesso Abrams, un neofita della serie, e ammette di aver visto molti episodi quando ottenne la parte:

"Iniziai a vedere la serie originale in maniera febbrile, perché sapevo che avevo poco tempo per prepararmi per il ruolo, e a metà tra la prima e la seconda stagione mi ritrovai a cercare di far mio il manierismo di William Shatner e i dettagli del mondo di Star Trek. Continuando così avrei creato una imitazione, non qualcosa di originale. Abrams mi ha chiesto, nel lavorare a questo ruolo (lo ha chiesto a tutti noi), di ottenere qualcosa di unico, e di non sentirci troppo legati all'eredità del mondo originale di Star Trek."

Zoe Saldana conosce bene Uhura, e si sente decisamente nella parte:

Mi sento quasi attratta gravitazionalmente verso i personaggi forti, penso che ci siano delle somiglianze tra Uhura e me. E' ovvio che ognuno di noi mette una parte del proprio carattere nei personaggi che interpreta. Lei è capace di disciplinare se stessa ed essere forte in maniera quasi mascolina, fa il suo lavoro in maniera quasi androgina: adoro i personaggi femminili di questo tipo.

Ecco gli alieni di Star Trek, arriva il sequel

Alex Kurtzman ha annunciato su Variety che la Paramount ha commissionato a lui, a Roberto Orci e a Damon Lindelof lo script per il sequel di Star Trek.



I primi due hanno scritto la sceneggiatura del film in uscita a maggio, mentre il secondo era solo produttore. Il trio sta attualmente lavorando alla sceneggiatura di Cowboy and Aliens per la DreamWorks, e poi passeranno allo script del sequel di Star Trek - ma solo se la Paramount darà il via al film, e ciò accadrà dopo che si sapranno gli incassi del primo weekend, ovviamente.

Stiamo discutendo le prime idee, ma aspetteremo di vedere la reazione del pubblico al film, il mese prossimo. Dovendo far rinascere un franchise, abbiamo creato un primo film impostato su una storia di origini. Il secondo film ci darà l'opportunità di esplorare cose incredibilmente eccitanti. Saremo ambiziosi nel sequel.
Dopo l'eventuale via libera della Paramount, il trio lavorerà allo script in modo da consegnarlo entro natale: l'idea è quella di iniziare subito la pre-produzione e far uscire il sequel nell'estate 2011. Non si sa ancora se JJ Abrams tornerà come regista, ma sarà sicuramente produttore.


Prime recensioni: Star Trek sorprende

La Paramount ha trasformato a sorpresa una preview di Star Trek nella prima proiezione per la stampa del kolossal. Ecco le recensioni di alcuni dei principali siti di cinema, piacevolmente colpiti...



Mossa molto astuta da parte della Paramount Pictures: la premiere di Star Trek si terrà solo tra poche ore in Australia, ma a sorpresa la major ha trasformato una semplice preview di 10 minuti ad Austin (Texas) in una vera e propria anteprima stampa.

In programma infatti c'era la preview seguita dalla proiezione dell'Ira di Kahn, ma tra il pubblico sono comparsi gli sceneggiatori Alex Kurtzman, Roberto Orci e membri del cast come Leonard Nimoy.

Presenti all'anteprima molti blogger e reporter dei principali siti americani, che hanno scritto le loro prime impressioni sul film, tutte sorprese positivamente. Vi riportiamo degli estratti, grazie a Slashfilm:

Neil Miller di Film School Rejects:
"Uno dei lavori più intelligenti mai scritti da Orci e Kurtzman. Hanno scritto dei grandi personaggi che, combinati con lo stile visivo che JJ Abrams ha portato al franchise, risultano in un film pericolosamente accessibile ed esaltante." (...) "E' uno Star Trek mai visto prima: colossale, adrenalinico, patinato - un nuovo tipo di film ambientato nello Spazio che estende quello che pensavamo sinora possibile nel regno degli effetti visivo, e non penso che nessuno ne uscirà annoiato." (...) "Abrams, assieme ad alcune persone di grande talento, ha creato uno Star Trek divertente e molto accessibile, perfetto per una nuova generazione di fan del cinema di fantascienta. Ovviamente si rivolge anche ai fan, ma la sua vera forza è l'enorme energia che contiene, presentando una storia compresa facilmente sia dai fan che dai novellini"

Cole Abaius di Film School Rejects: "Prima di tutto, è un film fantastico. (...) E' un film eccitante giratosplendidamente, con un cast che riesce a gestire il peso di dover creare dei personaggi che durino. Un blockbuster estivo praticamente perfetto. (...) Ci sono alcuni elementi fantascientifici che non vengono spiegati, ma sono cose non particolarmente importanti, che non fanno distrarre l'audience. (...) E' un film di grande azione, ma anche tra i più divertenti degli ultimi anni. I personaggi potevano benissimo scadere nel cliche, eppure sono delle entità indipendenti."

Quint di AICN:
"Mi piace il mondo (o meglio l'Universo) che ha creato Abrams in questo film. Mi piace il cast che ha messo insieme, mi piace il modo in cui questo Universo li catapulta in alcuni dei luoghi simbolici di Star Trek, rimanendo fedele a quello che è veramente importante per ogni personaggio." (...) "I primi 45 minuti del film sono dura pietra. Il secondo atto ha qualche problema, il più grande dei quali è una sequenza un po' scontata, mentre l'introduzione di Nimoy è un grande momento"

Rodney Perkins di Twitich: "Il film di Abrams è una versione reverenziale e di grande intrattenimento del mito di Star Trek. Casting e recitazione sono ottimi. La storia mescola elementi vecchi e nuovi dell'universo di Star Trek. Gli effetti sono favolosi. Alcune persone criticheranno il film, ma è bello almeno tanto quanto degli altri film della saga, anzi decisamente meglio.

Josh Tyler di CinemaBlend: "La durata del film scivola via grazie all'ottimo ritmo, rinvigorendo personaggi e un universo che negli anni erano diventati stancanti e stantii. Più di ogni altra cosa, il film è molto più divertente degli altri episodi. C'è più umorismo, più tensione, molta più energia: la miglior cosa di Star Trek vista dagli anni ottanta a oggi. E ammetto che ero scettico: non ero preparato a interessarmi a questo universo e a questi personaggi di nuovo, dopo la mediocrità nella quale erano sprofondati negli ultimi anni. Non sono più scettico. E' un film fantastico, e lo raccomanderò a trekkie e a non fan.

E tra i commenti dei vari siti c'è già chi fa paragoni con altri episodi della saga fantascientifiche o addirittura con Guerre Stellari. Nei prossimi giorni vi riporteremo le recensioni della critica ufficiale.

Insomma, a un mese dall'uscita nei cinema di tutto il Mondo, Star Trek si prepara a tornare ai fasti di una volta e a inaugurare l'estate cinematografica del 2009..


Fonte di tutte le News Badtaste.it

Ora un po' di news da Fantascienza.com

Star Trek contro Star Wars


Ovvero, lo scontro impossibile visto con gli occhi del sempre spumeggiante J.J. Abrams.

Che J.J. Abrams sia un genio delle pubbliche relazioni è ormai fatto noto. Per mantenere alta l'attenzione sul suo Star Trek, in uscita il prossimo maggio, ha scomodato stavolta niente meno che sua maestà George Lucas e la sua creatura Star Wars, dichiarando candidamente che "la sfida di rifare Star Trek è nata all'ombra degli ultimi film di Guerre Stellari, e d'altra parte non poteva che essere così".

La frase è uscita nel corso di un'intervista che Abrams ha rilasciato e che il Los Angeles Times ha pubblicato sul suo blog. "Se guardiamo gli ultimi tre film di Star Wars" ha continuato Abrams, "e pensiamo a quello che la tecnologia ha permesso di fare, ci rendiamo conto che hanno percorso moltissima strada per quanto riguarda il design, le locations, i personaggi, gli alieni, le navi. Gran parte dello spettacolo è basato su questo: nessun aspetto è stato trascurato, dalla geografia alla cultura, dal tempo al design delle astronavi, fino ai personaggi. Ogni particolare è stato curato in quei film. La sfida per il nostro Star Trek è stata quella di fare le stessa cosa malgrado tutti i film di Star Wars, dato che ci trovavamo chiaramente all'ombra di ciò che ha fatto George Lucas."



Abrams è convinto che il successo dell'undicesima avventura trekkiana dipenderà interamente dalla forza dei personaggi principali. "La chiave per me non è superare Star Wars in termini di spettacolo e altro, perché questo è evidentemente impossibile. Quei film sono stati resi così straordinariamente bene che mi sono detto: l'unica chiave vincente sono i personaggi. Cercare di rendere i personaggi il più 'veri' possibile, rendere tutto così reale, così emotivo e così eccitante da riuscire a non far distrarre gli spettatori dai fantasmi di tutti i film di Star Wars realizzati. Ad esempio, ci siamo trovati nella necessità di inventare delle razze aliene, e certamente non volevamo che in ogni scena ci fossero quattro personaggi di colore diverso. Questo lo ha già fatto Star Wars in modo magnifico. Ci siamo chiesti come si poteva introdurre sottilmente l'idea che esistano specie diverse dalle nostre, e anche diverse da quelle viste negli episodi televisivi, dato che in fondo si trattava di persone che indossavano una maschera o un trucco pesante. E' stato necessario trovare un equilibrio per raccontare la storia che volevamo raccontare senza tentare di superare Lucas."

Come in Star Wars, anche in Star Trek ci sarà una scena ambientata in un bar, e che inevitabilmente ricorderà ai fan la leggendaria sequenza nella "cantina" aliena. "Quella scena è ovviamente un classico di quei film" ha ammesso Abrams, "ed era una meravigliosa introduzione a come poteva essere stupendo, diverso e pieno di possibilità quell'universo. Nei film successivi, soprattutto negli ultimi tre, molte scene avevano lo stesso feeling, espandendo ulteriormente la varietà di quell'universo. E' stato allora che ho sentito il peso della sfida e mi sono detto: mio Dio, hanno fatto già tutto! Alla fine la sfida non sta tanto in quello che si fa, ma in come lo si fa, come renderlo reale e significativo senza che qualcuno pensi che tu lo abbia preso in prestito."

L'intervista di Abrams è molto lunga e tocca poi altri aspetti del confronto con l'universo della Forza, per poi passare alla vicenda raccontata ("è la storia di un ragazzo dall'enorme potenziale che non sa utilizzare. Alla fine trova la sua strada e realizza ogni suo sogno. E' una grande storia, valida in ogni tempo e in ogni luogo"), al confronto con le varie serie televisive legate all'universo trekkiano.
Un'ultima chicca: alla domanda se ci fosse già in cantiere un sequel del film, Abrams risponde sornione: "E' come se fossimo ancora a metà del pranzo e qualcuno chiedesse cosa c'è per cena". Ipse dixit.


Star Trek, parla (il nuovo) James Kirk

E' il turno di Chris Pine, l'attore che presta il volto al giovane James Kirk, di parlare un pochino del nuovo film di Star Trek diretto da J.J. Abrams



Volto squadrato ma imberbe, a metà tra il fanciullo sfrontato e il tenero rubacuori. Forse è per questo motivo che Chris Pine è stato scelto tra molti altri per interpretare il ruolo del cadetto James T. Kirk nel prossimo Star Trek, in uscita nel 2009. Anche lui ha tentato di aggirare i severi divieti posti da J.J. Abrams sulla trama e sugli aspetti principali del film. Per farlo ha approfittato di un'intervista rilasciata nei giorni scorsi a Beverly Hills, durante un giro promozionale del suo nuovo film Bottle Shock, storia dei primi viticoltori californiani degli anni settanta. L'intervista ha riguardato soprattutto le caratteristiche dei protagonisti secondo la rilettura di Abrams e soci.

"Sono convinto che gli spettatori restaranno sorpresi" ha dichiarato Pine. "Ciò che J.J. è riuscito a creare, e a cui noi abbiamo preso parte, è stata l'autentica nascita di questi personaggi. Non soltanto il loro percorso individuale, e come si sono incontrati, ma anche e soprattutto come le interrelazioni nel gruppo si sono forgiate e saldate, e come tutto questo si è poi trasferito nel mitico viaggio quinquennale." Il giovane attore di Los Angeles ha poi lodato con entusiasmo il lavoro di Abrams e degli sceneggiatori, Alex Kurtzman e Roberto Orci: "Hanno infuso in tutti i personaggi una grande umanità. Pertanto non troverete in questo film solo l'azione e i grandi effetti speciali che tutti si aspettano da un blockbuster, ma anche parecchi elementi di un film di personaggi, che è una delle cose più difficili da fare."

Pine non ha dimenticato di citare anche i suoi compagni di viaggio, a cominciare da Zachary Quinto, il giovane Spock: "Zach è grande. La gente sarà letteralmente rapita dalla sua interpretazione. Lui, Karl Urban (che interpreta McCoy, N.d.A.) e il resto del cast sono riusciti a catturare l'essenza dei propri personaggi." Alla fine Pine ha parlato anche del suo rapporto con il Kirk originale, ovvero William Shatner: "Gli ho scritto una lettera prima di iniziare le riprese, giusto per presentarmi e dire ciao, visto che non lo conoscevo per niente. Lui mi ha risposto, è stato molto gentile e carino e questo è stato l'unico contatto che ho avuto con lui. Però mio padre, durante l'inizio della lavorazione del film, ha avuto occasione di fare affari con Mr. Shatner, per cui posso dire che il contatto è stato multigenerazionale." E' risaputo che Shatner ha mal digerito l'esclusione dal progetto che invece ha riservato una parte a Leonard Nimoy. Chissà se è riuscito a superare la delusione e fare gli auguri al suo giovane erede...


Fonte Fantascienza.com

Per finire il nuovo poster



sempre preso da Badtaste.it


Mi chiamo Sayid Jarrah... e sono un Torturatore

Votate i vostri 10 personaggi preferiti di Lost Cliccando qui
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 11:47 am 
Parlo con Jacob
Parlo con Jacob
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: dom set 02, 2007 1:25 pm
Messaggi: 3173
i'm a: Boy
Io non ho mai visto Star Trek perchè ho sempre preferito Guerre Stellari.
Però se J.J. dice che questo film è pensato soprattutto per i neofiti e non per i fan storici, magari un'occhiata gliela do...


"Non ditemi che non lo posso fare!"

Immagine

Ille qui nos omnes servabit
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 1:19 pm 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio giu 19, 2008 3:02 am
Messaggi: 68
i'm a: Boy
Nemmeno io ho mai visto Star Trek, ma il cast e Abrams m'ispirano non poco, per cui vorrei vederlo, ma riesco a capire qualcosa se non so la storia precedente? Che poi ci sono tantissime saghe di Star Trek se non sbaglio...


Immagine
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 1:45 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab lug 21, 2007 6:23 pm
Messaggi: 2464
Località: Triskelion
i'm a: Boy
Ripley ha scritto
ma riesco a capire qualcosa se non so la storia precedente? Che poi ci sono tantissime saghe di Star Trek se non sbaglio...


J.J. in persona ha confermato, in una vecchia intervista, che chi non ha mai visto i vecchi film non ha bisogno di recuperarli! :;)2:


Piccolo Grande Lee

Immagine
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 1:47 pm 
Passeggero volo 815
Passeggero volo 815
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio giu 19, 2008 3:02 am
Messaggi: 68
i'm a: Boy
Ah perfetto allora! :gogo:


Immagine
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer apr 29, 2009 2:59 pm 
Moderatore
Moderatore
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: ven lug 20, 2007 9:20 am
Messaggi: 6444
i'm a: Boy
Ottimo aggiornamento Joy è stato un piacere leggerlo!


Attendo anche io questo film anche se non sono un fan della serie... però basta pensare che è stato creato da JJ e come attore c'è Zachary Quinto... :esalt:


Immagine

Jack: Sono passati 6 giorni è ancora stiamo aspettando. Aspettando che arrivi qualcuno. E' se non arriva nessuno? Dobbiamo smettere di aspettare. Dobbiamo sistemare le cose da noi. Una donna è morta stamattina dopo essere andata a nuotare. Lui ha tentato di salvarla e voi lo linciate? Non possiamo fare cosi, il proverbio "ognuno pensi per se" qui non vale niente. E' ora che ci organizziamo. Dobbiamo capire come si sopravvive qui. Ho trovato dell'acqua potabile nella valle. All'alba vi condurrò un gruppo. Se non volete venire trovate un'altro modo per contribuire. La settimana scorsa non ci conoscevamo. Ma ora siamo in questo posto, e Dio solo sa quando dovremo restarci. Ma se non possiamo vivere insieme... moriremo da soli.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: sab mag 02, 2009 7:26 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: sab lug 21, 2007 6:23 pm
Messaggi: 2464
Località: Triskelion
i'm a: Boy
Ecco uno sneak peek del film andato in onda..... proprio durante l'ultima puntata di lost! :XD:



Piccolo Grande Lee

Immagine
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer mag 06, 2009 10:44 pm 
Ca
Ca
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: gio lug 19, 2007 3:40 pm
Messaggi: 3855
i'm a: Boy
Se vi può interessare ho alcune foto che ho scattato a Hollywood il 30 Aprile in occasione dell'allestimento del palco per la prima del film.

Se notate si vede il palco in costruzione fatto a forma del classico arco di Star Trek.









ne ho molte altre ma tutte semi pallose come queste...
alla sera non sono andato, ero stanco. :XD:
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Star Trek XI - diretto da J.J Abrams
MessaggioInviato: mer mag 06, 2009 10:53 pm 
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mar feb 26, 2008 1:12 am
Messaggi: 1366
i'm a: Boy
Bellissime Han!!!

Han ha scritto
alla sera non sono andato, ero stanco.


:XD: :XD: :XD: Non è possibile!!! :XD: :XD: :XD:


[allineacentro]Ciao Danny
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Dharma Beer  SOLO-LOST.NET non e' in alcun modo ufficialmente collegato o affiliato ai creatori del telefilm Lost e alla Abc  
 Questo forum utilizza la Creative Commons License  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO. Sniper_Blue style for phpBB3 RC1 by Sniper_E
Google